Diabete, in campo i Lions Club di Varese.

0
153

È stato definito la pandemia del terzo millennio. Il diabete è una malattia cronica a
larghissima diffusione nel mondo, la cui prevalenza è in continuo aumento. I numeri
parlano chiaro: nel mondo ne soffrono oltre 400 milioni di persone ed ogni anno si
calcolano più di 3 milioni di morti per patologie correlate: il diabete è la principale
causa di malattie cardiovascolari, cecità, insufficienza renale e amputazione degli arti
inferiori.

Oggi, in Italia, sono oltre 4 milioni le persone colpite da diabete, che conta più di 73
decessi al giorno. Dati allarmanti, se pensiamo che ben 1 persona su 3 non sa di esserne
affetta.

Il 14 Novembre si celebra la Giornata mondiale del Diabete, istituita nel 1991
dall’International Diabetes Federation (IDF) e dall'Organizzazione mondiale della sanità
(OMS) in risposta all'aumento delle diagnosi di questa malattia: un’occasione importante per sensibilizzare ed educare alla prevenzione del diabete e alla sua buona gestione.

Gli otto Lions Clubs varesini – Varese Città Giardino, Varese Europa, Varese Europae
Civitas, Varese Host, Varese Insubria, Varese Prealpi, Varese Sette Laghi, Varese
Varisium – appartenenti alla Zona A della 2° Circoscrizione del Distretto 108 lb1, i
quali, sotto il patrocinio del Comune di Varese, hanno realizzato un opuscolo
informativo per favorire uno stile di vita corretto a partire dall’alimentazione e dal
movimento.

“I Lions di tutto il mondo hanno scelto il diabete come principale causa umanitaria per il
futuro – sottolineano i Presidenti dei Club Lions di Varese – questa malattia è una
priorità nelle questioni relative alla salute. Per questo, tutti insieme ci siamo posti
l’obiettivo di sensibilizzare e costruire consapevolezza nell'opinione pubblica per ridurre
l’incidenza del diabete e migliorare la qualità di vita dei diabetici. Teniamo ben
presente che la patologia è nell’80% dei casi prevenibile o ritardabile, attraverso una
scelta attenta degli alimenti da assumere e dell’attività sportiva più idonea. Il diabete
non deve essere considerato un ostacolo alla dalla vita: va solo controllato e gestito
adeguatamente”.

L’opuscolo, a cura della Dott.ssa Cristina Romano, Medico endocrinologo responsabile
della s.s. di diabetologia dell’Ospedale di Circolo di Varese – A.S.S.T. Settelaghi, verrà
distribuito ai nuclei familiari del territorio.

Concludono i Presidenti “le complicanze del diabete hanno effetto non soltanto in
termini di salute, ma anche di costi per il paziente e per la società. Anche per questo
motivo, il Lions Clubs International è particolarmente attento e sensibile alla
problematica”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here