Affitti Brevi Italia, società di gestione di locazioni a breve termine, dopo aver concluso il processo di rebranding con la conferma di tutti i punti vendita affiliati, ha aperto il proprio programma di affiliazione alle agenzie di viaggio con un duplice obiettivo: da una parte ampliare la propria presenza sul territorio italiano con realtà già attive nell’ambito del turismo incoming e del turismo interno e dall’altra offrire al canale agenziale un’opportunità di ampliamento del proprio business che può rivelarsi molto utile in una fase di ripartenza del turismo e di grandi volumi di ricerca sul turismo extralberghiero. Affitti Brevi Italia infatti compie un passo in più rispetto al mettere a disposizione il proprio inventario, come accade solitamente con i portali di terze parti, e mette a disposizione delle agenzie il proprio software dedicato, gli investimenti in branding e in marketing e il proprio know how in termini di gestione del mercato immobiliare a breve termine per gestire direttamente le proprietà extralberghiere sul proprio territorio, garantendo un’esclusiva di zona e maggiori margini da intermediazione.

L’opportunità è ghiotta perché l’azienda è in fase espansiva: Affitti Brevi Italia, prima conosciuta come Solo Affitti Brevi, ha infatti concluso tra febbraio e marzo 2022 il percorso di indipendenza dalla ex casa madre Solo Affitti spa e avviato un rebranding per approcciare con nuovi obiettivi il mercato italiano del property management degli affitti a scopo turistico. Questo ha permesso di ampliare il raggio d’azione verso mercato che prima non facevano parte del core business aziendale, progettando linee di prodotto specifiche per il canale di vendita del turismo organizzato.

Affitti Brevi Italia gestisce in alta stagione circa 1000 tra appartamenti, case e ville e punta a raddoppiare questi numeri nel giro di 3 anni, grazie in particolare all’apporto che potrà arrivare dagli intermediari di viaggio

Spiega Massimo Magni, CEO di Affitti Brevi Italia: “Abbiamo sempre visto con interesse al mercato delle agenzie viaggi in quanto arrivano in maniera diretta a due target di clientela che abbiamo in comune: le famiglie italiane in cerca di alternative spaziose e indipendenti per la propria vacanza e gli stranieri che hanno ricominciato a sognare e prenotare l’Italia con il progressivo alleggerimento delle restrizioni. Per questo alle agenzie di viaggio italiane offriamo il nostro metodo, attraverso un percorso di formazione dedicato, e la possibilità di gestire in esclusiva gli appartamenti della propria zona di interesse, sia a marchio Affitti Brevi Italia che direttamente in formula white label, utilizzando solo la nostra suite di strumenti e servizi sviluppati per il mondo extralberghiero”.

 

Alle agenzie di viaggio è quindi offerta la possibilità di formarsi con un metodo collaudato per diventare dei property manager: le due attività sono perfettamente compatibili anche a livello di codici ateco e la proposta di Affitti Brevi Italia è di formula win-win perché porta vantaggi reciproci: alle agenzie viaggi margini più alti e per la società un’espansione più rapida, maggiore capillarità sul territorio italiano e awareness per il nuovo brand.