Musica Maestri!, appuntamento col jazz domenica 8 al Conservatorio Verdi.

0
139

Proprio vero che Musica Maestri! offre al pubblico un cartellone che mutua i propri contenuti da tutti i generi musicali… E domenica 8 dicembre scocca l’ora del Jazz… In scena alle 18.00, come sempre in Sala Puccini, un quartetto nato in seno al Conservatorio: i docenti Luigi Tessarollo e Tino Tracanna saranno affiancati dagli studenti Giuseppe Lagrutta e Marcello Repola.

 

 

Domenica 8 dicembre

Sala Puccini ore 18.00

 

Il Jazz del Quartetto Scofield Lovano

 

What they did (J. Scofield)

Keep in Mind (J. Scofield)

Some nerve (J. Scofield)

Chariots (J. Scofield)

Wabash III (J. Scofield)

Let’s say we did (J. Scofield)

Call 911 (J. Scofield)

Jump (L. Tessarollo)

So Sue me (J. Scofield)

 

Luigi Tessarollo chitarra jazz

Tino Tracanna sax jazz

Giuseppe Lagrutta basso

Marcello Repola batteria jazz

 

 

Il chitarrista John Scofield è uno dei massimi musicisti e compositori del jazz contemporaneo, ascoltato e studiato in tutto il mondo per la sua personalità e per l’unicità della sua scrittura e del suo linguaggio.

Il quartetto Tessarollo-Tracanna-Lagrutta-Repola si concentra sull’interpretazione delle sue composizioni, scritte ed eseguite nei primi anni Novanta, destinate al suo quartetto. Formazione che annovera un altro titano del jazz contemporaneo, il sassofonista Joe Lovano.

Il sodalizio sfocia nella pubblicazione dei tre dischi di composizioni di John Scofield: Time on my hands, Meant to be e What we do.

 

Ingresso al concerto libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

 

 

GLI ARTISTI

 

Figura di spicco nel panorama jazzistico, Luigi Tessarollo ha tenuto concerti in U.S.A., in Europa e nei più prestigiosi Festival italiani. Innumerevoli le collaborazioni, tra cui quelle con Tom Harrel Lee Konitz, Slide Hampton, George Garzone, Barry Harris, Adam Nussbaum, Rachel Gould, Ron Vincent, Larry Schneider, Dean Johnson, Manhù Roche, S. Bollani, M. Giammarco… Ha pubblicato oltre 30 dischi da leader e co-leader e inciso circa 80 composizioni originali. Dal 2006 al 2012 viene invitato dallo Europe Institute of Music di Malta per seminari in inglese sulla chitarra jazz e a Bucharest in giuria per l’omonimo jazz-contest mondiale.

 

Tino Tracanna, sassofonista e compositore, si laurea a Bologna in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo. Dal 1981 ai primissimi anni ‘90 è membro del gruppo di Franco D’Andrea, col quale partecipa a festival jazz nazionali e internazionali. Dal 1983 fa parte del quintetto di Paolo Fresu col quale tiene tournée in Italia e all’estero e partecipa a incisioni ottimamente accolte da pubblico e critica. Dal 1985 realizza propri progetti discografici in quartetto e quintetto tra cui Live 2005, Gesualdo, Affinità elettive e i più recenti Acrobats e Double Cut ottimamente accolti da pubblico e critica. Ha al suo attivo più di 100 incisioni discografiche come solista. Collaborazioni: F. D’Andrea, P. Fresu, D. Liebman, S. Lacy, Pierre Favre, G. Ferris, B. Altschul, M. Helias, J. Knepper, T. Stanko, G. Gaslini, J. Tchicai, G. Fewell, G. Ferris, Muhal R. Abrams, Steve La Spina, George Cables, B. Drummond, J. Williams, G. Falzone, Dave Douglas…

 

Giuseppe La Grutta nasce a Palermo nel 1996. Studia basso elettrico jazz al Conservatorio G. Verdi di Milano con i docenti Attilio Zanchi e Marco Micheli. Prende parte al festival JazzMi suonando presso il Palazzo Pirelli con la formazione Push Up Quintet. Collabora con la Verdi Jazz Orchestra diretta da Pino Jodice per il concerto Resta Quel Che Resta – Tributo Jazz a Pino Daniele, esibendosi presso il Teatro Dal Verme con ospite speciale Fabrizio Bosso e presso il Blue Note di Milano. È membro di Area M Orchestra: con questa suona nel concerto Living in a Material World sotto la direzione di Oscar Del Barba presso il Castello Sforzesco e per il Bollate Jazz Meeting. Frequenta in Erasmus il Royal Conservatoire of Birmingham, dove studia con Mark Hodgson ed Arnie Somogyi.

 

Marcello Repola, nato nel 1998, consegue il diploma di primo livello in Strumenti a percussione con il massimo dei voti presso il Conservatorio G. Verdi di Torino. È premiato da Franco d’Andrea come miglior musicista in occasione del Merano Jazz Mittleuropean Academy 2015. Ottiene la borsa di studio per l’edizione successiva in occasione dei seminari estivi di Siena Jazz 2016, un riconoscimento per la sorprendente musicalità assegnato dal Berklee College of Music di Boston durante il workshop di Umbria Jazz 2018. Ha vinto alcuni concorsi di esecuzione, tra i quali: primo premio assoluto al concorso di esecuzione International Percussion Competition e Festival del Ritmo. Attualmente si sta perfezionando presso il Conservatorio di Milano nella classe del Maestro Andrea Dulbecco.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here