Missionari musicisti, domenica 5 al Centro Pime.

0
263

Domenica 5 Maggio il Centro Pime di Milano, all’interno della Stagione Teatrale 2018/2019, presenta il concerto  ‘Missionari Musicisti’ a cura dell’Ensemble Alraune, diretto da Mario Sollazzo e Stefano Zanobini (Museo Popoli e Culture, via Mosé Bianchi 94, ore 17, ingresso libero con prenotazione obbligatoria (posti limitati a 80 presenze).  Info e prenotazione biglietti: https://www.stagionepime.com/missionari-musicisti.html tel. 02.43.822.317.

Un viaggio straordinario nella musica scritta, ritrovata, condivisa da missionari musicisti, che nel Sei e Settecento utilizzarono anche il pentagramma all’interno della loro opera pastorale. Il frutto di questa creatività e di questi esperimenti artistici è assolutamente originale, quanto poco conosciuto al grande pubblico.

Missionari come Teodorico Pedrini, una sorta di “Marco Polo musicale”, che grazie al suo violino entrò nelle grazie dell’imperatore cinese Kangxi, Domenico Zipoli, compositore gesuita che lavorò nelle Riduzioni del Paraguay e padre Amiot, missionario musicista francese che si applicò anche allo studio del sistema musicale degli antichi cinesi, sono testimonianze preziose di un incontro e di un ponte tra culture che viene da lontano e che può parlare anche a noi oggi.

 

E’ il caso del codice Martínez Compañón, da cui ascolteremo alcuni brani, frutto del lavoro del vescovo Baltasar Martínez Compañón, che da Trujillo (Perù), durante la visita nella sua diocesi, raccolse, tra il 1782 e il 1785, una ricca e varia informazione su di essa con l’obiettivo di inviarla alla Corona spagnola. Un’opera rara che tratta di molti argomenti come flora, fauna, mappe, costumi, macchine, archeologia e musica (8 tavole con danze e 18 opere musicali).

 

Anche la narrazione troverà posto in questo viaggio musicale: i brani saranno introdotti da Andrea Zaniboni, che racconterà aneddoti e curiosità per meglio comprendere l’origine, il contesto e il senso delle composizioni: ad esempio in programma ci sarà anche il celebre Antidotum tarantulae del gesuita Athanasius Kircher, eminente rappresentante dell’enciclopedismo seicentesco, che nel 1630, dopo un viaggio in Puglia per approfondire le terapie musicali legate al culto di Dioniso, esaltò nel “Musurgia universalis” il valore terapeutico della musica per curare gli effetti del morso della tarantola.

In scena musicisti di grande levatura dell’Ensemble Alraune con il mezzosoprano Rachel O’Brien e la direzione artistica di Mario Sollazzo e Stefano Zanobini, che utilizzeranno strumenti storici e la prassi esecutiva dell’epoca. Una bella opportunità per scoprire biografie affascinanti e ascoltare questo repertorio, secondo gli accenti e le sonorità originali.

 

Siamo contenti di questa prima edizione di Emissioni Teatrali – afferma Andrea Zaniboni, direttore artistico della Stagione – Il pubblico ha risposto oltre ogni aspettativa, segno che c’è fame di cultura e di contenuti che ci aprano al mondo. Stiamo già lavorando al cartellone 2019-2020 che sarà ancor più ricco di appuntamenti, anche grazie all’apertura, a Settembre 2019, dei nuovi spazi del Centro Missionario Pime che regalerà alla città di Milano una nuova finestra sul mondo. Celebreremo questo evento con concerti, spettacoli teatrali, aperitivi letterari e tante altre novità. Sarà certamente un anno speciale, come l’inizio di un nuovo viaggio e ci auguriamo di condividerlo con tanti altri appassionati e curiosi compagni di strada.”  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here