Le sequenze statiche sono morte, lunga vita al Prospecting Dinamico con Crono.

97

Viene annunciato oggi il lancio internazionale di Crono, startup SalesTech fondata a Londra da Alex Roggero, Lorenzo Tiberi, Marco Maddiona e Marco Rosmarini, 4 Founder italiani con l’ambizione di cambiare radicalmente il mercato internazionale delle vendite outbound nel mercato B2B, grazie al potere di dati, sequenze dinamiche e AI.

 L’idea di Crono nasce da Marco Rosmarini proprio durante uno dei suoi precedenti impieghi come Sales Development Representative in un’importante multinazionale tecnologica. Il CRM che utilizzavano, leader di mercato nel settore, non era progettato per il prospecting. Il lavoro degli SDR era lento e complesso, nonostante fosse anche estremamente ripetitivo. La situazione non varia quando Marco cambia lavoro e si approccia al mondo delle startup e scaleup: nonostante si utilizzino alcuni tool ideati appositamente per il prospecting, manca ancora qualcosa.

 

Tutti i tool progettati per il prospecting oggi sul mercato infatti, oltre a non tenere minimamente conto del canale di preferenza del contatto, si basano su sequenze di eventi, vale a dire quelle serie infinite di messaggi email, LinkedIn, ecc. in cui tutti noi ci imbattiamo (e probabilmente odiamo) ormai ogni giorno. Lo scarsissimo livello di personalizzazione dei testi poi e la standardizzazione dei contenuti in contesti però sempre più soggetti a cambiamenti repentini come quelli in cui stiamo vivendo, hanno portato all’idea comune che: “l’outbound non funziona”. Non a caso, oltre il 50% del tempo di un SDR è sprecato in azioni che non coinvolgono potenziali clienti ma volte ad alimentare questa macchina fallimentare.

 

Le aziende negli ultimi anni hanno quindi deciso di riversare tutti i loro budget sull’inbound, alzando inevitabilmente, in modo esponenziale, i prezzi di acquisizione dei lead.