Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano

IMA Istituto di Musica Antica

Tra le più recenti creature del Conservatorio di Milano, l’IMA, Istituto di Musica Antica, ampliato da quest’anno per numero di docenze e per proposte artistiche, presenta al pubblico milanese la sua prima stagione concertistica, PRIMAVERA ANTICA.

Dichiara Cristina Frosini, Direttore del Conservatorio di Milano: «Nella certezza che la formazione degli studenti inizi in classe, ma si completi sul palcoscenico, sono lieta di annunciare l’ampliamento all’interno del nostro Conservatorio di un ulteriore Istituto, l’IMA, dedicato alla musica antica, e la nascita della sua prima stagione concertistica, a cui prenderanno parte, insieme ai loro docenti, gli studenti dei corsi di musica antica, rinascimentale e barocca. Ampliata l’offerta formativa nello specifico settore, il Conservatorio di Milano offrirà quindi alla città nuove opportunità di ascolto del repertorio antico, rinascimentale e barocco per voci e strumenti, anche con attenzione a materiali inediti e conservati nella nostra Biblioteca».

Coordinatrice dell’Istituto, Francesca Torelli, docente di liuto al Verdi di Milano specifica: «L’IMA, Istituto di Musica Antica del Conservatorio di Milano comprende le cattedre e gli insegnamenti relativi agli ambiti storico-musicali del Rinascimento, dell’epoca barocca e di quella pre-classica.

Attualmente, nel panorama dei Conservatori italiani, il Verdi di Milano è tra quelli che offrono il ventaglio più ricco di corsi di strumenti antichi. Attivati anche più corsi di musica d’insieme, così che lo studente possa usufruire di differenti ambiti di competenza. Fatti nuovi investimenti con l’acquisto di strumenti, tra cui un organo positivo.

Gli studenti vincitori di audizioni partecipano a produzioni concertistiche che si tengono sia in Conservatorio che in prestigiose sedi esterne: Castello Sforzesco, Basilica di Santa Maria dei Miracoli, Cenacolo di Santa Maria delle Grazie, Santa Francesca Romana, San Maurizio al Monastero Maggiore, Palazzo Arese Borromeo, Abbazia di Morimondo ecc.

Alcuni studenti dell’Istituto fanno parte dell’Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori Italiani, altri hanno svolto e svolgono lezioni-concerto presso scuole superiori di primo e secondo grado organizzate dal Conservatorio.

I docenti dell’IMA tengono per il Conservatorio e in altri Istituti di Alta Formazione seminari sulla prassi esecutiva e conferenze in ambito storico-musicologico; oltre all’attività didattica svolgono un’intensa attività concertistica e discografica in Italia e all’estero.

Non di meno, l’Istituto invita regolarmente in Conservatorio docenti di fama internazionale a tenere master class e seminari. Tra gli altri: Jordi Savall, Hopkinson Smith, Christophe Rousset, Nigel North, Enrico Baiano, Nicolas Achten, Xavier Diaz-Latorre.

Per la primavera 2022 i docenti dell’IMA presentano una nuova rassegna di concerti, che spazia dal Rinascimento al tardo Barocco e vede la partecipazione di studenti selezionati».

 

Cinque i concerti che compongono il primo cartellone di PRIMAVERA ANTICA a cura di alcuni dei docenti dell’Istituto, che vanta una serie importante di insegnamenti: dal canto rinascimentale e barocco a clavicembalo e tastiere storiche, clarinetto storico, corno naturale, fagotto barocco, flauto dolce, flauto traversiere, liuto, oboe barocco, organo, pianoforte storico, tromba rinascimentale e barocca, viola da gamba, violino barocco, violoncello barocco, violone.

 

 

PRIMAVERA ANTICA 2022

Programma sintetico

 

DOMENICA 15 MAGGIO

Basilica di Santa Maria dei Miracoli presso San Celso

Fervore religioso nella Roma del Seicento

Alessandro Melani

Quattro concerti per soprani e organo

Giacomo Carissimi

Oratorio Historia di Jephte

A cura di Gemma Bertagnolli e Francesca Torelli

 

DOMENICA 22 MAGGIO

Conservatorio, Foyer di Sala Verdi

Divertimenti in villa

Cantate e arie di Adriano Banchieri, Barbara Strozzi,

Giacomo Carissimi, Virgilio Mazzocchi

Piccolo Coro femminile del Conservatorio di Milano

A cura di Anna Aurigi e Anna Fontana

 

DOMENICA 5 GIUGNO

Conservatorio, Foyer di Sala Verdi

La fuga incompiuta di Johann Sebastian Bach

e brani da “Membra Jesu Nostri” di Dietrich Buxtehude

A cura di Wijnanda Elizabeth Schaap

 

DOMENICA 12 GIUGNO

Conservatorio, Foyer di Sala Verdi

Europa Barocca: Les gouts reunis

Triosonate di Johann Sebastian Bach, Antonio Vivaldi,

Gottfried Finger, William Williams

A cura di Stefano Bagliano e Renata Spotti

 

DOMENICA 19 GIUGNO

Conservatorio, Foyer di Sala Verdi

Arie profane del Kantor di Lipsia

Johann Sebastian Bach

BWV 525; BWV 204; BWV 201; BWV 209

A cura di Giovanni Battista Columbro

 

TUTTI I CONCERTI SI TENGONO ALLE ORE 16.00

 

Concerto del 15 maggio a ingresso libero

 

Concerti successivi a ingresso libero su prenotazione all’indirizzo: biglietteria@consmilano.it fino a esaurimento dei posti disponibili.