Milano Digital Week, dal Comune 7 appuntamenti culturali.

0
177
Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%

L’agenda culturale del Comune di Milano entra nel calendario della Milano Digital Week con una serie di appuntamenti di approfondimento sulle applicazioni del digitale nel campo della produzione, promozione e valorizzazione culturale, che hanno assunto un peso specifico particolare durante l’emergenza sanitaria tuttora in corso.

L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno – fa sapere Palazzo Marino – interverrà a due dei sette panel in programma, in particolare: Venerdì 19 alle ore 18 parteciperà all’incontro curato dall’Area Biblioteche del Comune di Milano “Tra padlet, ebook e incontri online: esperienze digitali in biblioteca”. In questo difficile anno caratterizzato da distanziamento sociale e limitazione dei servizi in presenza, le biblioteche milanesi hanno colto nel digitale l’opportunità per mantenere una vicinanza di servizio con il loro pubblico, favorire l’incontro fra le storie dei libri e quelle delle persone, fare community, rimanere un presidio di informazione, immaginazione, sapere.

Durante l’incontro saranno illustrate le principali iniziative digital del Sistema Bibliotecario Milanese, tra cui la biblioteca digitale MediaLibraryOnLine, che da marzo 2020 ha incrementato gli indici d’uso del 287%; l’iniziativa “Milano da Leggere” che da aprile a luglio 2020 ha visto oltre 140mila download per gli 11 ebook proposti sul tema “I Talenti delle Donne”; la collana gli ebook della Sormani, un’esperienza di editoria digitale civica unica nel suo genere; e le nuove proposte di promozione alla lettura per i più piccoli con la registrazione di fiabe, racconti, booktrailer e incontri online. Sabato 20 marzo alle ore 11 l’assessore Del Corno interverrà all’incontro, curato dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato alla Trasformazione digitale con il contributo di Bernardino Sassoli de’ Bianchi, esperto di strategie culturali, dal titolo “Una mappa per la cultura a Milano. Un nuovo strumento digitale per orientare politiche, cittadini e operatori”.

Il progetto di mappatura ha portato a una prima selezione di quasi 450 venues, realtà culturali milanesi che offrono un servizio al pubblico, suddivise per categoria (gallerie, librerie, archivi, teatri, musei, spazi espositivi, biblioteche, centri culturali e spazi ibridi) e alla realizzazione di un prototipo di app che potrà essere aggiornata e modificata da parte degli operatori stessi (scrivendo alla mail: c.mappacultura@comune.milano.it), con l’obiettivo non solo di guidare il cittadino alla scoperta dell’ampia offerta culturale di Milano, ma anche di offrire alle venues uno strumento di informazione e aggiornamento. A seguito della presentazione del progetto, si darà una dimostrazione pratica dell’utilizzo della mappatura e delle potenzialità degli strumenti digitali per la città. La mappa sarà accessibile sul geoportale del Comune di Milano a partire da sabato 20 marzo. Anche la musica entra a far parte della Milano Digital Week con un doppio appuntamento curato da Milano Music Week e in calendario venerdì 19 marzo. Alle ore 11, l’incontro dal titolo “Musica live in remoto: ossimoro o futuro?”: ne parleranno tra gli altri Enzo Mazza (Presidente FNMI) e Luca De Gennaro (curatore Milano Music Week). Alle ore 19.30, sempre sul sito della Milano Digital Week, sarà possibile assistere gratuitamente al concerto “Milano Music Week showcase”, evento in live streaming promosso da Homestage e Radar Concerti in collaborazione con Milano Music Week, Dice.fm e supportato da Cariplo Factory. Quattro artisti della scena milanese emergente si esibiranno negli spazi di Cariplo Factory, presso BASE Milano, luogo simbolo dell’innovazione digitale e culturale in città. A presentare l’evento sarà Luca De Gennaro, curatore artistico della Milano Music Week, che intervisterà, tra un live e l’altro, GIUNGLA, Brividee, Memento e Studio Murena. L’evento è il primo di una serie di appuntamenti di avvicinamento alla Milano Music Week, che si terrà dal 22 al 28 novembre 2021. Bookcity Milano parteciperà a Milano Digital Week con quattro lectio magistralis di prestigiosi autori e autrici internazionali. Cass Sunstein, professore alla Harvard Law School e autore di “Come avviene il cambiamento”, offrirà uno spaccato sulla società, sul ruolo cruciale delle norme sociali e sul loro frequente collasso (stasera alle ore 19.30).

Seguirà Alec Ross, consigliere dell’amministrazione Obama per l’innovazione e docente alla Columbia University, che con la lectio “Il nostro futuro. Come affrontare il mondo dei prossimi vent’anni” tratteggerà il futuro che ci aspetta nei prossimi anni per aiutarci a trovare il nostro posto nel nuovo mondo (giovedì 18 alle ore 19). Ece Temelkuran, giornalista attivista politica turca e autrice di “Come sfasciare un paese in sette mosse” racconterà come una nazione possa trasformarsi in una dittatura in sette passaggi e come la digitalizzazione dell’informazione e i social media giochino un ruolo fondamentale in questo processo (venerdì 19 alle ore 19). Chiuderà Benjamin Labatut, saggista e scrittore cileno, con una riflessione sulla nascita della scienza moderna ispirata dal suo ultimo libro “Quando abbiamo smesso di capire il mondo” (sabato 20 alle ore 19). Tutte le lectio, oltre che sul sito della Milano Digital Week, saranno trasmesse anche in diretta streaming sulla pagina Facebook di BookCity Milano. Nello stesso contest BookCity proporrà domenica 21, dalle ore 11 alle ore 13, la tavola rotonda curata da TrovaFestival dal titolo “Quale futuro per i festival post pandemia”, a cui parteciperanno tra gli altri Giulia Alonzo (presidente di TrovaFestival) e Oliviero Ponte di Pino (responsabile del programma di BookCity Milano). L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming sui canali FaceBook e YouTube di Bolzano29.(MiaNews)

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here