Public Program
Sconosciuto / Sconosciuti

28 aprile 2022, ore 18.30
Il buco nero. Impossibile introduzione a un mistero nell’umano
con Lorenzo Bernini, Damiano Gullì e Michele Quinto

Triennale Milano presenta Sconosciuto / Sconosciuti, un ciclo di tre incontri che hanno l’obiettivo di introdurre le tematiche di Unknown Unknowns, 23ª Esposizione Internazionale di Triennale Milano, attraverso i contributi di filosofi, artisti e critici e storici dell’arte chiamati ad affrontare i temi dello sconosciuto e dell’ignoto.

Il progetto è a cura di Damiano Gullì, Head Curator del Public Program di Triennale, e promosso da Triennale.

Giovedì 28 aprile alle 18.30 il primo incontro Il buco nero. Impossibile introduzione a un mistero nell’umano vede protagonista Lorenzo Bernini, filosofo politico e teorico queer, che approfondirà il tema. L’incontro è introdotto da Damiano Gullì e da Michele Quinto, Country Head e Branch Manager Italia di Franklin Templeton.

Per quanto tentiamo di redimerla attraverso la riproduzione e l’affettività, la pulsione sessuale ci spinge oltre i confini di ciò che consideriamo pienamente umano: al di qua o al di là del bene e del male, al di qua o al di là della comprensione e del significato, in una regione selvaggia e impensabile che ci eccita e al tempo stesso ci disturba, da cui le convenzioni della vita associata solo in parte riescono a tenerci lontano. Con strumenti teorici tratti dalla filosofia, dalla psicoanalisi, dalle teorie queer, la conferenza non indagherà, ma indicherà i sintomi dell’azione perturbante di questa forza anche nelle società iperedonistiche del presente, pervase da una cultura “sex positive” che illude di una pacificazione impossibile tra soggetto sociale e soggetto sessuale.

L’evento è stato realizzato con il supporto di Franklin Templeton.

I Partner Istituzionali Eni e Lavazza e il Partner Tecnico ATM sostengono Triennale Milano anche per questo progetto.

 

Lorenzo Bernini
Lorenzo Bernini insegna Filosofia politica e sessualità presso l’Università di Verona, dove dirige il centro di ricerca PoliTeSse – Politiche e Teorie della Sessualità, tra le cui finalità compaiono la ricerca, la promozione dei diritti delle donne e delle persone LGBTQIA+, il dialogo tra teorie femministe, transfemministe e queer, la diffusione nell’accademia italiana degli studi su genere e sessualità, in particolare su transgenere, non-binarismo di genere e intersesso (https://sites.dsu.univr.it/politesse/). È inoltre tra i promotori di GIFTS, la Rete italiana degli studi di Genere, Intersex, Femministi, Transfemministi e sulla Sessualità (retegifts.wordpress.com). Ha contribuito all’introduzione delle teorie queer anglosassoni in Italia, in particolare delle cosiddette teorie queer antisociali, divenendo una delle voci più autorevoli del dibattito queer italiano. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni, alcune delle quali tradotte in diverse lingue. Le più rilevanti sono: Le pecore e il pastore, del 2008, Apocalissi queer, del 2013 (seconda edizione 2018), Le teorie queer: Un’introduzione, del 2017, Il sessuale politico: Freud con Marx, Fanon, Foucault del 2019. Nel 2020 ha scritto la voce LGBTQIA+ per l’enciclopedia Treccani. Le sue ultime ricerche vertono sul carattere perturbante della sessualità (‘il sessuale’).

I prossimi incontri di Sconosciuto / Sconosciuti

26 maggio 2022, ore 18.30
Becoming Undead
con Emanuele Coccia, filosofo, professore presso l’École des hautes études en sciences sociales, Eben Kirksey, Ph.D. Associate Professor (Research), Alfred Deakin Institute, e Julieta Aranda, artista

giugno 2022, ore 18.30 (data da definire)
Land art, un’estetica del sorvolo
con Riccardo Venturi, storico e critico d’arte