La libreria Feltrinelli nella Galleria Alberto Sordi, Roma 4 Marzo 2020. ANSA/GIUSEPPE LAMI

#VoceAllaMemoria, intenso programma di incontri con i protagonisti della letteratura e della saggistica, per capire cos’è accaduto e come elaborare la storia che abbiamo in comune: in tutte le Librerie Feltrinelli d’Italia in occasione di #giornatadellamemoria22.

Dal 25 al 27 gennaio, nelle librerie di Milano, Genova, Roma, Napoli, Verona, Bari e Palermo in programma un palinsesto di incontri con autori, libri e storie volti a tenere vivo il ricordo della Shoah, oltre a un’attenta e accurata proposta bibliografica disponibile nelle Librerie di tutt’Italia e online su lafeltrinelli.it: pagine dalle quali non dovremmo mai togliere il segnalibro, perché senza passato non c’è futuro.

 

Tra i protagonisti dell’iniziativa, il pianista Francesco Lotoro in uscita per i tipi di Feltrinelli con Un canto salverà il mondo. 1933-1953: la musica sopravvissuta alla deportazione, attraverso cui svela un nuovo modo di raccontare l’Olocausto, indagando le strategie del genio creativo e dell’emozione attraverso le quali una vicenda umana può entrare in una partitura e da qui accedere all’eternità; l’editor di Marsilio Editore, Jacopo De Michelis, in occasione della pubblicazione per Giunti de La Stazione, un thriller e un romanzo d’avventura che, attraverso le indagini del giovane ispettore Riccardo Mezzanotte entra in contatto con le pieghe dolorose della Storia; il giornalista e scrittore Enrico Pedemonte che porterà a testimonianza la vera storia di Alojzy Ehrlich, il campione di tennis da tavolo ebreo polacco – protagonista del suo ultimo libro L’ultima partita (Rizzoli) – che nel 1944 venne arrestato e deportato ad Auschwitz dove riuscì a salvarsi grazie alla sua fama di atleta. E ancora: Massimiliano Boni che racconterà la vita di Gaetano Azzariti, magistrato senza toga, capo del Tribunale della razza, presidente della Corte costituzionale, contenuta nel suo ultimo libro In questi tempi di fervore e gloria (Bollati Boringhieri); Titti Marrone che presenterà Se solo il mio cuore fosse pietra (Feltrinelli) ed Elena Bissaca, fondatrice e vicepresidente dell’Associazione Deina, che parlerà dall’esperienza ventennale dei treni della memoria a partire da Chiedimi dove andiamo (Manni Editori).

 

A completare la proposta di riflessioni sul Giorno della Memoria, anche uno speciale incontro a cura di PrimaEffe. Feltrinelli per la Scuola, rivolto alle nuove generazioni, per tramandare il valore del ricordo della Shoa e continuare ad affermare i principi irrinunciabili della democrazia e della libertà. La mattina di venerdì 28 gennaio, alle 8.30, gli studenti della Scuola Secondaria Di I Grado A. Pecoraro di Palermo incontreranno online Walter Veltroni per parlare della Shoah partendo dalle pagine del suo libro Tana libera tutti (Feltrinelli UP), Finalista Premio Minerva di Letteratura per ragazzi 2021: la commovente testimonianza raccolta da Veltroni sulla vicenda drammatica di deportazione ad Auschwitz subìta da uno degli ultimi grandi testimoni della Shoah, Sami Modiano, che ha trovato la forza di dedicare tutta la sua vita a portare nelle scuole il suo vissuto, affinché i ragazzi di oggi, che saranno gli adulti di domani, potessero conoscere – e dunque non dimenticare – l’orrore di questo nostro frammento di Storia.