L’Azienda Agricola Villa Caprareccia ospita EnoArte di Elisabetta Rogai.

0
260

Per la presentazione e la degustazione di Arenaja, un Syrah Toscana IGT, all’Azienda Agricola Villa Caprareccia in località Costa degli Etruschi, la Famiglia Galli ospita Elisabetta Rogai che, per celebrare l’avvenimento davanti ad un pubblico di amici e clienti, effettuerà una sua personalissima performance live usando il vino dell’Azienda per dipingere dei cavalli al galoppo, criniere al vento, mentre il pubblico si troverà a degustare il suddetto Arenaja Syrah TOSCANA IGT, produzione  in fase di presentazione, un calice che esprime il fascino e i profumi di questa terra magnifica.

Elisabetta Rogai  è nata a Firenze, ha sempre pitturato, dall’età di nove anni, solo nel 2010 ha “scoperto” la tecnica di dipingere con il vino, Grazie alla tecnica  adottata dalla Rogai, i colori non sbiadiscono oltre una certa soglia.

Dunque il vino invecchia sulla tela passando dai colori tipicamente giovanili (violacei, melanzana, porpora) a quelli caratteristici della maturità (mattone, ambra, aranciato). Di norma, in cantina questo processo richiede diversi anni, mentre sulla tela il processo si avvia già dopo breve tempo. Naturalmente il vino usato per questi dipinti non è un vino qualunque ma l’Artista usa il vino delle migliori cantine.

Ed Elisabetta Rogai  ha sempre considerato questo procedimento non solo in senso decorativo, ma come uno strumento espressivo che le ha consentito di intervenire nella campagna toscana integrandosi con gli scenari maturali ed esaltandoli. Negli ultimi anni l’Artista è stata chiamata ad appuntamenti importanti come l’affresco affresco celebrativo per i 70 anni della Scuola di Guerra Aerea di Firenze e il drappellone del Palio dell’Assunta nell’agosto 2015.

 

“La nostra cantina da tempo intreccia il suo cammino con quello dell’arte contemporanea, nostra grande passione da anni, proprio come il vino, entrambi sono una forma d’arte”racconta Luca Galli, uno dei proprietari dell’Azienda Agricola. Ecco, il nostro sogno, anche con l’incontro con questa grande Artista,  è quello di  proseguire in questa direzione, anche con etichette “d’arte” che segnano le produzioni, anno dopo anno, produrre vini con crescente passione per far conoscere loro tramite  il nostro splendido territorio e creare attorno alla cantina un parco artistico che le persone potranno esplorare gustando i nostri calici”.

 

Note sul vino di Gabriele Gadenz Enologo

 

La famiglia Galli si cimenta da piu’ di 20 anni con questo vitigno, punto di forza storicamente della viticoltura della valle del Rodano ed oramai di tante altre zone del mondo dove ha acquisito grande notorietà e prestigio. Il Syrah entra già nell’uvaggio di uno dei vini simbolo di casa Galli, il Filari Dorfino, ma con Arenaja si è deciso di dare voce unicamente a questo vitigno, cercando di coglierne i tratti peculiari e l’espressività che il territorio di Bibbona sa assicurare a tutte le uve, che come il Syrah “sentono” il mare e si esaltano quando crescono a pochi chilometri da esso.

Arenaja matura 10 mesi in barriques, metà nuove metà usate e si presenta al naso con un interessante bouquet di spezie dolci e frutta nera, destinato ad acquisire complessità e spessore con il tempo. Probabilmente raggiungerà la massima armonia nel giro di 15/18 mesi dall’imbottigliamento, avvenuto solo poche settimane fa.

 

 

www.elisabettarogai.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here