Italian Chief conductor of the Gewandhausorchester Riccardo Chailly during italian tv show on Rai 3: 'Che tempo che fa' on the occasion of an interview with the Italian Television Presenter Fabio Fazio, Milan, 9 April 2017. ANSA/ FLAVIO LOSCALZO
Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano

Vedranno una Roma in bianco e nero, quella dei film anni ’50/’60, perfino l’Aurelia del ‘Sorpasso’, gli spettatori che si recheranno alla Scala martedì 3 aprile per assistere alla prima del ‘Don Pasquale’ di Gaetano Donizetti, nel nuovo allestimento diretto da Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore e una compagnia di canto con Ambrogio Maestri, Rosa Feola, René Barbera, Mattia Olivieri e Andrea Porta. Costumi di Gianluca Falaschi, luci di Nicolas Bovey, Video design D-Wok.
Un’opera voluta da Chailly, in scena per 9 recite, fino al 4 maggio. Un Don Pasquale che il direttore musicale scaligero propone in una versione integrale che non esita a definire “un Falstaff ante litteram”, rilevando come Verdi abbia studiato il personaggio principale dell’opera di Donizetti per modellare il suo protagonista. “Non è un caso – spiega Chailly – se le tre note finali dell’opera verdiana sono le stesse del terzo atto dell’opera di Donizetti, quando Don Pasquale scopre l’intrigo ai suoi danni”.

Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni