Vasil, l’aggiornamento di Cardano lanciato con successo

160

Una delle blockchain di smart contract sta ricevendo finalmente l’aggiornamento tanto atteso. Si tratta di Cardano (ADA).

All’inizio del mese scorso, Giugno 2022, il fondatore di Cardano Charles Hoskinson aveva annunciato che la blockchain di Cardano avrebbe avuto un importante aggiornamento chiamato Vasil.

L’aggiornamento è stato ottimamente accolto dagli sviluppatori e dagli investitori di Cardano.

Cardano nasce quasi cinque anni fa. Ma solo nel settembre del 2021 ha fatto la sua comparsa tra le blockchain. Questo nuovo passo, effettuato in tempi così rapidi, è molto promettente.

Interessante scoprire anche come reagirà il mercato, soprattutto se sei interessato al valore di Cardano.

Una volta integrati gli smart contract, Cardano ha avuto una crescita esplosiva all’interno della Blockchain.

Gli sviluppatori si affidano infatti ad essi per la creazione di applicazioni decentralizzate come DEX e NFT o piattaforme di yeld farming.

L’ecosistema di Cardano è conosciuto come dAPPS ed ospita un’interessante serie di applicazioni decentralizzate che supportano una vasta gamma di funzioni.

Avendo aggiunto gli smart contract si è assistito ad una sorta di congestione del traffico sulla blockchain di Cardano.

Quando quest’ultime diventano più affollate normalmente rallenta la velocità e possono aumentare anche le commissioni.

Lo dimostra il fatto che uno dei principali antagonisti di Cardano, ossia Ethereum, ha dovuto affrontare un problema simile.

Le sue commissioni sono infatti aumentate e la velocità delle transazioni era notevolmente diminuita.

Nasce per questo l’hard fork Vasil, nel tentativo di anticipare i problemi e mitigare la congestione prima che diventi un problema vero e proprio. Quindi Cardano inizierà ad utilizzare una vera e propria pipeline di diffusione.

Oggi possiamo dire che l’aggiornamento di Cardano è stato lanciato con successo sulla Testnet.

Una volta che l’hard fork sarà completato nella testnet di Cardano, si procederà al fork della mainnet, prevista tra circa quattro settimane.

Data ancora da verificare in quanto gli sviluppatori devono avere il tempo sufficiente per preparare tutti i tool di aggiornamento.

Gli sviluppatori del progetto, gli stake pool operator (SPO) e i Crypto Exchange sono ora invitati ad eseguire il deploy sulla testnet, garantendo che le integrazioni avvengano senza alcun problema, essendo così pronti quando la mainnet riceverà Vasil con le tempistiche prima accennate, ossia circa quattro settimane.

Una volta completata sulla mainnet, l’hard fork Vasil consentirà la creazione più veloce di blocchi ed una maggiore scalabilità per le applicazioni decentralizzate che girano su Cardano.

Input Output HK (IOHK), l’organizzazione che ha sviluppato e prodotto Cardano, ha dichiarato in un tweet pubblicato Domenica che ci saranno miglioramenti di prestazioni su tutti i livelli. Anche gli sviluppatori beneficeranno di efficienza e prestazione degli script nettamente migliorate. Ma soprattutto si avranno dei costi inferiori.

In più Vasil garantirà anche l’interoperabilità tra le sidechain di Cardano. Una delle principali funzionalità che gli operatori intendono lanciare nella quarta fase di sviluppo di Cardano, ossia Basho. Questa sarà focalizzata sulla scalabilità, fino ad arrivare alla fase Voltaire di cui la governance sarà l’obiettivo da raggiungere.

Se sei interessato allo sviluppo di Cardano, e ti interessa il mondo delle criptovalute e il suo enorme potenziale di guadagno, puoi affidarti ad uno dei migliori exchange presenti nel panorama. Stiamo parlando di KuCoin, piattaforma affidabile dove ti sarà possibile effettuare operazioni di acquisto, vendita e rendita delle tue criptovalute preferite. In più potrai sempre rimanere informato su tutto ciò che riguarda questo affascinante mondo, in continua evoluzione.

Avrai la sicurezza di poter fare degli investimenti ed operazioni di trading in tutta tranquillità e semplicità, comodamente dal tuo PC o dal tuo smartphone, in tempo reale.