pubblicità
Charme home agenzia immobiliare a Milano

Home Economia Valore Ethereum: Qual è il momento migliore per comprare ETH?

Valore Ethereum: Qual è il momento migliore per comprare ETH?

112

Vuoi ottenere profitti con il trading su Ethereum? È semplice. Non devi fare altro che comprare coin quando il prezzo di Ethereum è basso e venderli quando il prezzo è alto. In questo modo ti metti in tasca la differenza, che costituisce il profitto.

 

pubblicità

Detta così, sembra semplice, ma riuscire a ottenere profitti non è sempre facile, soprattutto nel mondo delle criptovalute. La volatilità di mercato fa andare su e giù il prezzo di ETH come uno yo-yo, con impennate e cadute drastiche, in mancanza di qualunque segnale di avvertimento o causa evidente. Quando si tratta di comprare Ethereum, un acquisto di 100 € della settimana scorsa oggi potrebbe valere 200 € o magari 50 €.

 

Ecco perché è così difficile realizzare profitti con lo spot trading, nel quale gli investitori cercano di puntare sulle tempistiche di mercato, comprando e vendendo in base alle proprie previsioni delle rapide variazioni del tasso di cambio di Ethereum. La quotazione ETH sale e scende a seconda delle dinamiche del mercato, delle voci su modifiche delle norme internazionali, dei tweet di miliardari e persone famose, nonché di molti altri fattori. Cercare di capire le tempistiche del mercato tra tutti questi diversi influssi è estremamente difficile. Ecco perché quasi tutti i day trader finiscono per perdere soldi.

Un caso eccezionale

Lanciato nel 2015, Ethereum ha mantenuto per lungo tempo la posizione di seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato. Soltanto il Bitcoin gli è superiore.

Nel 2021, il volume di transazioni mensili di Ethereum ha superato per la prima volta quello del Bitcoin, inducendo alcuni osservatori a predire che Ethereum alla fine avrebbe sostituito Bitcoin come principale maggiore criptovaluta.

Ethereum ha raggiunto la sua elevata posizione nel mercato delle criptovalute perché non è un concorrente diretto di Bitcoin. Il BTC è stato inventato per essere una moneta elettronica di uso generale, in grado di sostituire o affiancare le valute fiat ufficiali. Ethereum è stato creato pensando a un obiettivo diverso.

Ethereum è solo casualmente una criptovaluta. Lo scopo principale di Ethereum è servire da piattaforma per il funzionamento di applicazioni basate sulla blockchain. È una sorta di sistema operativo per l’universo decentralizzato peer-to-peer.

Il segreto del successo di Ethereum è il supporto degli smart contract, ovvero software eseguibili memorizzati nella blockchain. È stato questo che ha reso Ethereum la piattaforma ideale per la distribuzione della maggior parte di app basate sulla blockchain, in particolare nel mercato della finanza decentralizzata. La maggior parte di dApp DeFi si basano su Ethereum.

Ethereum è anche la blockchain che ospita molti token associati a dApp. Inoltre è la blockchain preferita per il nuovo mercato, in rapida crescita, dei token non fungibili, o NFT.

Non c’è da stupirsi che Ethereum si sia assicurato il secondo posto in classifica nel mercato delle criptovalute.

Nuvole minacciose all’orizzonte

Grazie alla sua posizione dominante nei mercati dApp, DeFi e NFT, si potrebbe pensare che la quota di Ethereum del mercato totale delle criptovalute sia destinata a incrementarsi. In realtà, però, è diminuita per tutto il corso del 2022.

Le debolezze intrinseche della blockchain Ethereum sono in parte responsabili di questo andamento. Nella sua forma attuale, la rete Ethereum è in grado di confermare solo 30 transazioni al secondo circa. Una prestazione migliore di Bitcoin, che conferma appena 7 TPS, ma comunque inadeguata per le esigenze di una piattaforma finanziaria globale. La rete di carte di credito/debito Visa gestisce normalmente 1.700 TPS ed è ritenuta capace di elaborare fino a 24.000 TPS.

Affinché Ethereum possa essere all’altezza del suo potenziale, deve riuscire a risolvere questo collo di bottiglia.

Il team di sviluppo di Ethereum ha stilato una roadmap verso “Ethereum 2.0”, una nuova versione che, teoricamente, dovrebbe elaborare fino a 100.000 TPS.

Il rilascio di ETH 2.0 in origine era stato programmato per il 2019. Gli sviluppatori sperano ora che la release della nuova blockchain sia pronta entro la fine del 2023.

Un altro svantaggio della rete Ethereum sono gli alti costi delle transazioni. Ogni transazione sulla blockchain Ethereum richiede il pagamento delle cosiddette “gas fee”, il cui costo si è impennato con il grande numero di transazioni che competono tra loro per la validazione.

Perciò, anche se molte dApp, applicazioni DeFI e NFT vengono introdotti ogni giorno, i difetti tecnici della rete Ethereum hanno in pratica creato un’opportunità per le blockchain concorrenti di Solana, Cardano, Polkadot, Polygon, Avalanche, tra altre. Il risultato è che Ethereum ha gradualmente perduto quote di mercato nel corso del 2022.

Investire in Ethereum

Gli osservatori del settore continuano a ritenere che, nel lungo periodo, un radioso futuro attenda Ethereum. Nel frattempo, il tasso di cambio di Ethereum è soggetto a forti fluttuazioni nel breve termine. Tale volatilità di mercato rende lo spot trading su Ethereum difficoltoso. Tuttavia una tale strategia trova spazio nell’ambito di un trend complessivamente rialzista a lungo termine.

Ovviamente, lo stesso vale per molte criptovalute. I valori tendono ad alzarsi e abbassarsi insieme a quelli del Bitcoin, ma la tendenza nel lungo periodo è al rialzo.

Imparare dal passato

Cosa sarebbe successo se avessi acquistato Ethereum un mese o una settimana fa? Se avessi comprato 100 € in ETH, quanto avresti ora?

Non è necessario tirare a indovinare. Il calcolatore Kriptomat Cosa sarebbe successo se esegue i calcoli in base ai dati che vengono aggiornati costantemente. Il calcolatore può dirti esattamente quanto varrebbe oggi il tuo investimento di 100 € utilizzando gli effettivi dati storici.

In pratica, il calcolatore può mostrare i risultati per qualunque criptovaluta tra le oltre 350 in vendita su Kriptomat.

Il calcolatore dimostra che, nonostante la volatilità a breve termine, le criptovalute hanno generato rendimenti sbalorditivi per gli investitori nel lungo periodo.

Un ottimo modo di approfittare dei trend rialzisti nel lungo periodo è utilizzare la funzione degli Acquisti ricorrenti di Kriptomat, che ti permette di impostare un programma di acquisti regolari su base settimanale, quindicinale o mensile. Al costo di circa un caffè al giorno, puoi far crescere lentamente ma costantemente il tuo portafoglio di criptovalute, a sostegno dei tuoi obiettivi di lungo periodo, come andare in pensione, acquistare un immobile o per fare fronte a una spesa imprevista.

In conclusione

Il mondo è pieno di day trader che si sono rovinati e possono testimoniare quanto non sia affatto semplice prevedere gli alti e bassi del mercato delle criptovalute. I fattori che influenzano il tasso di cambio di Ethereum sono troppo numerosi e aleatori da monitorare.

 

Tale volatilità ha reso la vita difficile ai day trader, ma i suoi effetti sono di modeste dimensioni rispetto ai trend delle quotazioni di Ethereum a lungo termine. Non c’è niente di certo nel mondo degli investimenti in criptovalute, ma molti possessori di Ethereum soddisfatti hanno avuto successo considerando i propri depositi di criptovalute come un investimento nel lungo periodo.