ManpowerGroup sigla partnership con Easy Welfare e offre alle aziende l’accesso alla più grande piattaforma di compensation & benefit in Italia.

0
322

ManpowerGroup e Easy Welfare hanno siglato una partnership per la diffusione del
Welfare Aziendale, servizio rivolto a Piccole, Medie e Grandi Imprese italiane impegnate in percorsi strutturati di Compensation & Benefit.

Grazie ad Easy Welfare, ManpowerGroup allarga la suite di prodotti HR erogabili alle proprie aziende clienti.

La piattaforma tech fornita dal provider è in grado di unire ben oltre 11.000 fornitori nazionali e locali: oltre ai classici servizi di rimborso effettuabili direttamente online, Easy Welfare mette a disposizione la più ampia gamma di flexible benefit (viaggi, hotel, card benzina, shopping, ticket cinema, ingressi termali & CO).

Oggi sono più di 700 le aziende italiane che hanno scelto i servizi Easy Welfare, piani di benessere organizzativo capaci di dare più valore alle famiglie, ai lavoratori e alle imprese.

Damien Joannes, CEO di Easy Welfare, ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di poter affiancare ManpowerGroup in questa nuova avventura. Il mercato del Welfare Aziendale è, oggi più che mai, in forte crescita e il nostro intento rimane realizzare prodotti sempre più completi. Affidandosi a noi, ManpowerGroup sarà in grado di aumentare la propria offerta per un servizio di eccellenza in campo Welfare”.

Anna Gionfriddo, Branch Network Operation Director di ManpowerGroup Italia, ha dichiarato: “Siamo molto fieri della partnership siglata con Easy Welfare perché ci consente di potenziare lo sviluppo di politiche di welfare sempre più richieste delle aziende e apprezzate dai dipendenti. Già a partire dal 2016, quando con la Legge di Stabilità il Governo ha intrapreso una serie di provvedimenti finalizzati ad incentivare il welfare aziendale in Italia, ManpowerGroup ha creduto in questa innovazione e ha lanciato una propria linea dedicata
al welfare. Il welfare aziendale, infatti, consente di ottenere vantaggi sia dal punto di vista dell’impresa, sia da quello del dipendente, in una logica win-win. Le aziende che investono in welfare aumentano il proprio vantaggio competitivo, risultano più attrattive per i propri dipendenti e per i potenziali candidati, senza rinunciare al vantaggio economico. Numerosi sono anche i vantaggi per i dipendenti: dal raggiungimento di un migliore equilibrio nella gestione del rapporto vita-lavoro fino ai benefici fiscali.””

Scenario sul welfare aziendale: i dati dell’Osservatorio di Easy Welfare
Il welfare aziendale consiste in una serie di prestazioni e benefit che le imprese possono offrire ai propri dipendenti al fine di incrementare il benessere del lavoratore e della sua famiglia. L’azienda concede a ogni dipendente un credito che potrà essere speso dai lavoratori in un determinato periodo di tempo, affinché possa usufruire dei servizi presenti nel piano.

• Secondo i dati dell’Osservatorio Welfare di Easy Welfare il credito welfare medio disponibile nel corso del 2018 per il campione di beneficiari analizzato risulta pari a circa 780€ pro-capite, ovvero circa il +21% in più rispetto alle somme riferite al 2017. ll merito di questo incremento è da attribuire da un lato all’apporto del Ccnl Metalmeccanici per i 50 euro aggiuntivi erogati a partire dallo scorso 1° giugno, dall’altro a un complessivo miglioramento della conversione dei premi di risultato.

• L’adozione delle pratiche di welfare è una realtà sempre più diffusa anche grazie alle agevolazioni normative introdotte negli ultimi anni nel nostro Paese: medie e grandi imprese sono i maggiori utilizzatori di questo strumento. Una ancora limitata diffusione del welfare aziendale tre le imprese di piccole dimensioni, che rappresentano la maggior parte del tessuto industriale in Italia e che mostrano ampie possibilità di sviluppo.

• Le donne, rispetto agli uomini, maggiormente convertono il Premio di risultato (Pdr) in welfare, segno della maggiore conoscenza del servizio, ma anche dell’accresciuta attenzione nei loro confronti da parte delle aziende, in particolare sul tema della maternità

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here