Le nuove tecnologie cambiano il mercato del lavoro: i professionisti digital e ICT sono sempre più richiesti

218

Il mercato del lavoro evolve rapidamente anche in virtù della diffusione di nuove tecnologie, capaci di cambiare radicalmente le nostre abitudini. In particolare la diffusione di strumenti informatici e digitali sempre più avanzati ha portato alla nascita di nuove figure e alla sempre maggiore specializzazione di professioni già esistenti, la cui presenza risulta ormai imprescindibile: ciò ha portato, come dimostrano le statistiche, a un aumento della loro richiesta da parte delle imprese.

La digitalizzazione traina l’economia italiana e globale

I processi di digitalizzazione che stanno riguardando ormai tutti i settori economici rappresentano l’elemento di rottura che, in questi ultimi anni, sta permettendo di superare la lunga crisi sviluppatasi nel corso degli anni 2000. Proprio la diffusione delle nuove tecnologie, infatti, ha permesso di creare nuovi spazi in cui investire e di generare un elevato numero di posti di lavoro in diversi ambiti.

Guardando nello specifico all’ultimo biennio, se il 2020 aveva fatto registrare un crollo del PIL, l’anno successivo ha mostrato un’intensa ripresa occupazionale, favorita tra i vari fattori proprio dal ricorso ai sistemi informatici e digitali. Peraltro, proprio il comparto informatica e telecomunicazioni è stato uno dei pochi a mantenersi a galla anche nel 2020, mostrando dunque un’importante solidità.

Il report “Previsioni dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine” pubblicato dal Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e Anpal ha analizzato i diversi aspetti in gioco e i dati rilevati nei vari settori, evidenziando una forte tendenza alle assunzioni proprio dei professionisti ICT, favorita anche dai fondi statali ed europei in tale direzione.

Lo studio ha messo nero su bianco queste indicazioni, lasciando spazio a una previsione molto positiva sul prossimo quinquennio, in cui le assunzioni nel campo dell’informatica e delle telecomunicazioni vengono stimate tra il +1,8% e il +2,1%.

Informatica e comunicazione digitale: quali sono le figure più richieste

Oggi quando si parla di filiera legata all’informatica e alle telecomunicazioni si fa riferimento a un ampio ventaglio di professionalità, sempre più specializzate e complementari tra loro. I lavori in questo vasto settore riguardano infatti diversi ambiti, da quelli più strettamente tecnici, come ingegneri informatici e sviluppatori, a quelli orientati verso il marketing digitale e la comunicazione sui nuovi media.

Web e app developer, per esempio, risultano essere già da tempo tra i profili più richiesti in assoluto, poiché il loro apporto è determinante per la progettazione, la creazione e la gestione di siti internet e applicazioni mobili, ormai fondamentali per aziende private di ogni genere e per il settore pubblico. Il boom del ricorso agli e-commerce ha spinto molto il mercato del lavoro in questa direzione, aumentando fortemente le richieste sia per ciò che riguarda le assunzioni dirette che per i liberi professionisti.

Le professioni informatiche e digitali trovano ampia collocazione anche nel campo dell’intrattenimento online, come dimostra per esempio la forte richiesta di software developer capaci di sviluppare programmi per l’accesso a contenuti multimediali o a svaghi di varia natura, dai videogame più moderni fino a RTP slot e altri passatempi provenienti dalla tradizione ludica.

Quello digitale, però, è un mondo estremamente vasto, in cui trovano collocazione figure con competenze molto differenti tra loro. Pensiamo, per esempio, alla forte crescita nella domanda di esperti in digital marketing ed e-commerce manager, profili provenienti da studi economici e di comunicazione capaci di interagire in un contesto completamente diverso rispetto al passato, oppure di social media manager, ossia quelle figure che si occupano della redazione e gestione di piani di comunicazione sui social network.

Tra le figure attualmente più richieste e con margini di crescita sempre più elevati, troviamo infine gli esperti in cybersecurity: le rapide evoluzioni legislative per ciò che riguarda il web, infatti, richiedono una preparazione ormai molto scrupolosa e dettagliata a cui le aziende non possono far fronte se non rivolgendosi a professionisti specializzati in tale ambito. In questo modo le varie attività online possono essere svolte in maniera corretta da un punto di vista legale e nel pieno rispetto della sicurezza dei dati degli utenti, inoltre possono essere predisposti strumenti adatti per difendere a loro volta i sistemi aziendali da eventuali attacchi esterni.