Cna: indicatori economici come da paese in guerra.

626
Grandi magazzini aperti solo per l’intimo e bimbo esclusi gli altri acquisti delimitati con fettucce - Poca gente in corso Buenos Aires a passeggio shopping il martedì mattina di lockdown - Milano 10 novembre 2020 Ansa/Matteo Corner

“I dati più recenti elaborati dal nostro centro studi stimano una caduta dei principali indicatori economici assimilabile a quella di un regime di guerra: Pil 2020 al -9,8%, consumi al -11,1%, investimenti al -8,2%”. Ad affermarlo è stato il Presidente di Cna Lombardia, Daniele Parolo, presentando in una conferenza stampa congiunta i risultati del secondo focus relativo all’impatto del Covid 19 sull’economia del territorio, secondo quanto emerso dallo studio effettuato dall’Osservatorio economia e territorio per Cna Veneto e Cna Lombardia.

“Il dato relativo agli investimenti – ha aggiunto Parolo – ha in realtà contenuto le perdite previste dalle precedenti stime di ottobre (-13%), a testimonianza della grande resilienza del tessuto produttivo lombardo. Sarà fondamentale rigenerare fiducia, nelle famiglie e nelle imprese. La domanda interna costituirà il vero discrimine per una ripresa robusta e non solo trainata dall’export, pure decisivo per i segmenti più avanzati del mondo imprenditoriale”. (ANSA).