Borsa, giornata difficile.

202
La targa di piazza degli Affari di Milano in un'immagine d'archivio dell'8 ottobre 2008. ANSA / JENNIFER LORENZINI

Lo scivolone della vigilia di Wall street e la debolezza delle Borse asiatiche pesano su Piazza Affari e sugli altri listini europei, ma senza crolli: l’indice Ftse Mib in un clima instabile scende dell’1%, con Moncler, Stellantis e Iveco che cedono oltre due punti percentuali.

In Europa, dove il gas tiene sui 94 euro al Megawattora, Londra perde l’1,1%, con Parigi, Francoforte ed Amsterdam che perdono l’1,7%.

Sul listino principale di Piazza Affari, che guarda anche allo spread a 197 punti, Mediolanum e Banca Generali scendono oltre l’1%, con Eni e Leonardo che provano invece a muoversi di qualche frazione sopra la parità. Sempre solida Generali con i conti del trimestre e, tra l’altro, un utile sopra le stime degli analisti: il titolo sale poco sotto il punto percentuale.(ANSA)