Borsa, chiusura settimanel nervosa ma in saldo positivo.

673
La Borsa di Milano. ANSA / Massimo Lapenda

La Borsa di Milano (+0,17%) prosegue in terreno positivo ma con molto nervosismo, in linea con gli altri listini europei.

Piazza Affari è sostenuta dalle banche mentre sono in calo l’energia e contrastate le utility con l’andamento del prezzo del petrolio e del gas.

Lo spread tra Btp e Bund sale a 151 punti, con il rendimento del decennale italiano in rialzo al 2,12%.

Tra i titoli energetici sono in calo Tenaris (-1,2%), Eni e Saipem (-0,3%). Andamento negativo per A2a (-1,2%), Snam e Italgas (-0,5%), Hera (-0,4%), mentre sono in rialzo Enel (+0,1%), Erg (+1,3%), piatta Iren (+0,01%). Riduce in calo iniziale Tim (-0,9%), alle prese con le proposte di Kkr e Cvc. Scivola Atlantia (-1,5%).

Seduta in positivo per le banche dove si mettono in mostra Banco Bpm (+1,2%), Bper (+1,8%), Unicredit (+0,7%). Piatta Intesa (+0,02%). Brilla Generali (+2,9%). (ANSA).