Borsa, chiusura settimanale in netto calo.

1137
La targa di piazza degli Affari di Milano in un'immagine d'archivio dell'8 ottobre 2008. ANSA / JENNIFER LORENZINI

La Borsa di Milano (-1,5%) si appesantisce ancora e indossa la maglia nera tra i listini europei.

Resta ancora al palo Banco Bpm, in attesa di entrare agli scambi dopo le voci di stampa su una possibile opa di Unicredit (-1,3%).

Intanto lo spread tra Btp e Bund prosegue la seduta a 166 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,92%.

A Piazza Affari scivolano Mediolanum (-3,9%) e Nexi (-3%), all’indomani dei risultati. Vendite anche sulle banche con Intesa (-2,4%), Bper (-1,9%), Mps (-1,4%). Poco mossa Unipol (+0,04%), nel giorno dei conti del 2021 che battono i target del piano.

Seduta in rosso per il comparto dell’auto dove rallenta Iveco (-2,5%). Male anche Stellantis (-1,8%) e Cnh (-1,2%). Rallentano le utility mentre si studiano misure per frenare il rincaro delle bollette energetiche. In calo A2a (-1,9%), Enel (-2,1%), Hera (-1,8%), Erg (-1,1%). (ANSA).