CONTATTI2022

Seconda stagione concertistica di m2c, Istituto di musica moderna e contemporanea del Conservatorio di Milano

Terzo concerto: EUROPA/AMERICA 1. RITMO E MODERNISMO

Il primo dei concerti di CONTATTI2022 dedicato al tema Europa/America esplora cinque composizioni per ensemble di strumenti a fiato scritte negli Anni Venti del secolo scorso.

Tre fra gli autori in programma – Stravinskij, Varèse e Milhaud – hanno attraversato e indirizzato da protagonisti quel clima di rinnovamento della musica moderna che molto deve proprio alle reciproche influenze culturali intercorse fra i due continenti.

L’americano Vincent Persichetti, poco frequentato nei nostri concerti europei, è invece molto noto in patria. Autore di molta musica per gruppi di fiati, ha insegnato alla Juilliard School (fra i suoi allievi spicca il nome di Philip Glass) e la sua giovanile Serenade n. 1 è in grado di riservare molte piacevoli sorprese a chi non conosca questo compositore.

Il sottotitolo del concerto – ritmo e modernismo – allude ad alcuni aspetti cruciali di queste composizioni, apparentate da una concezione ritmica aggressiva, vitalistica, antiromantica, ricca di asimmetrie e di accentuazioni sincopate che incidono la stabilità della pulsazione.

 

Mercoledì 4 maggio

Sala Puccini ore 20.30

 

EUROPA/AMERICA 1. RITMO E MODERNISMO

 

Igor Stravinskij (1882-1971)

Concertino per 12 strumenti (1920, rev. 1952)

 

Darius Milhaud (1892-1974)

5ème Symphonie (Dixtuor d’instruments à vent, 1922)

 

Vincent Persichetti (1915-1987)

Serenade n. 1 (1929, rev. 1963)

 

Ensemble di Fiati del Conservatorio di Milano

Silvano Scanziani direttore

 

Edgard Varèse (1883-1965)

Octandre (1923)

 

Igor Stravinskij

Ottetto per fiati (1922-23)

 

Ensemble di Fiati del Conservatorio di Milano

Alessandro Bombonati direttore

 

Ingresso al concerto con mascherina ffp2.

Prenotazione consigliata all’indirizzo biglietteria@consmilano.it.