Il suono del deserto, concerto di Bombino allo Spazio Teatro No’hma mercoledì 29 e giovedì 30.

112

Lo Spazio Teatro No’hma conclude la variegata rassegna “Armonie e suoni” di quest’anno con una star internazionale: Bombino, il bluesman del deserto, sarà protagonista di uno straordinario concerto in doppia data, mercoledì 29 e giovedì 30 giugno alle ore 21. Per l’occasione, ancora una volta No’hma uscirà dalle mura della sede di via Orcagna, offrendo ai cittadini milanesi uno spettacolo en plein air nell’ariosa cornice dei vicini giardini di via Zanoia.

Bombino (vero nome Goumar Almoctarm) è nato in Niger ed è cresciuto tra i pascoli di Libia e Algeria, studiando da autodidatta la tecnica di Jimi Hendrix e Mark Knopfler. Oggi è conteso dalle star di mezzo mondo per il suo talento e per il suo rock-blues dallo stile unico, e ha suonato nei più importanti festival musicali, collaborando con grandi nomi della musica come Stevie Wonder, Keith Richards e, in Italia, Jovanotti. Bombino è abilissimo a lavorare diversi generi, dal folk, al rock, passando per il blues e il funk e, naturalmente, il sottogenere “Tuareggae”, di cui è pioniere e precursore, una particolare unione tra stile reggae e il blues/rock Tuareg.

L’appuntamento sarà il perfetto coronamento della ricca rassegna musicale 2021/2022 di No’hma, che è stata realmente senza confini, tra omaggi a pietre miliari del rock – i Beatles con il concerto di Sarah Jane Morris, Bowie e ancora i Pink Floyd – e band come i Surealistas e Les Frères Smith, che fanno della contaminazione tra generi e culture una propria bandiera: come è da sempre nella filosofia del Teatro diretto da Livia Pomodoro, uno Spazio aperto, multiculturale e inclusivo, capace di raccontare la ricchezza della cultura nella sua essenza di dialogo e incontro tra popoli.

 

Lo spettacolo è inserito nel palinsesto culturale Milano è Viva, organizzato e promosso dal Comune di Milano.