Conclusa la prima edizione della Supply Chain Challenge: il Campionato Nazionale di Supply Chain tra le Università Italiane.

103

Un’iniziativa inedita di Makeitalia, azienda modenese che, da 14 anni, ha il suo core business nel Supply Chain Management: la gestione e ottimizzazione della catena di fornitura.
Questa prima edizione ha coinvolto 10 Atenei della penisola e oltre 500 studenti. Obiettivo: individuare i Campioni Italiani di Supply Chain.
Dopo una prima fase di qualificazioni, che si è tenuta durante l’intero anno accademico 2021-2022 e che ha preso il nome di Italian League, i team vincitori di ogni tappa sono stati i protagonisti dell’evento finale organizzato da Makeitalia a Modena, il 21 Settembre 2022: le Finals 21-22.

Gli Atenei che hanno partecipato a questa prima edizione sono stati: Sapienza Università di Roma, Università della Calabria – Cosenza, Università degli Studi di Bergamo, Politecnici di Milano e Torino, Università degli Studi di Napoli Parthenope, Università degli Studi di Parma, Trento, Siena, Modena e Reggio Emilia.

Gli studenti coinvolti si sono sfidati al Supply Chain Game, uno strumento simulativo e di formazione, sviluppato da Makeitalia, che ha l’obiettivo di far ricoprire ai suoi giocatori i principali ruoli aziendali che impattano la catena di fornitura e di valutare le conseguenze delle loro decisioni sulle performance dell’azienda. Uno strumento formativo che, inoltre, sperimenta la capacità di lavorare in team.

La sfida finale ha decretato il team vincitore assoluto della prima edizione del Campionato Nazionale di Supply Chain: il team dell’Università degli Studi di Bergamo, composto da Lorenzo Cavagna, Andrea Coli e Roberto Fradegrada. “Ringraziamo Makeitalia e i partner per averci dato questa opportunità. È stata per noi un’iniziativa inusuale: in 5 anni di Università non ho mai fatto un’esperienza di questo genere. Un’esperienza che ti porta dalla teoria alla pratica”, ha commentato Roberto Fradegrada.

Sul podio, al secondo posto: il team dell’Università degli Studi di Trento, composto da Alessandra Fronza e Angela Tessari.

Si è, invece, aggiudicato il terzo posto il team del Politecnico di Milano, con gli studenti Giorgio Burini e Franco Chiriacò.

L’evento ha, inoltre, dato agli studenti l’opportunità di confrontarsi con le aziende partner dell’iniziativa, attraverso incontri conoscitivi e prove pratiche, al fine di entrare ulteriormente in contatto concreto con il mondo aziendale e generare, così, nuove opportunità professionali per i migliori talenti.

A tal proposito, Makeitalia fa un ringraziamento speciale alle aziende DSV – Global Transport and Logistics, Emmegi Spa, FAAC Technologies, Manitou Italia Srl, Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna, Sidel Spa.

Makeitalia collabora, sin dalla sua fondazione, con le principali Università Italiane, con l’obiettivo di accrescere la cultura del Supply Chain Management, far emergere i migliori talenti e creare opportunità professionali per gli studenti, coloro che domani, in prima persona, gestiranno le catene di fornitura delle aziende.

Matteo Montecchi, Responsabile R&D di Makeitalia, ha aggiunto in occasione dell’iniziativa “L’idea della Supply Chain Challenge nasce dalla nostra volontà di cercare costantemente i migliori talenti, facendoli emergere attraverso una modalità innovativa e stimolante. La collaborazione con le Università Italiane, in particolare con i Corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, è per noi fondamentale per questo obiettivo: siamo sempre alla ricerca di nuovi talenti che siano pronti a mettersi in gioco e ad applicare le loro conoscenze in ambito Supply Chain”.

E ora? Makeitalia è già pronta per l’edizione 22-23 del Campionato!