La Chambre Monégasque de la Mode ha firmato mercoledì 15 febbraio il Patto Nazionale per la Transizione Energetica, proposto dal Governo Monegasco, rappresentato da Mme Annabelle Jaeger-Seydoux, Direttrice della Missione per la Transizione Energetica.

S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco è stato il primo firmatario di questo strumento di progresso che mira a ridurre le emissioni di gas serra del Principato del 55% entro il 2030, per una riduzione di oltre 1.200 tonnellate di CO2 all’anno.

Federica Nardoni Spinetta, Presidente e Fondatrice della Chambre Monégasque de la Mode, accompagnata da diversi brand monegaschi (Beach & Cashmere Monaco, Crisoni Monte-Carlo, Fit-Me Monte-Carlo, Inessa Monaco, Leslie Monte-Carlo, Stardust Monte-Carlo) ha confermato il suo impegno a contribuire, attraverso le proprie azioni, alla transizione energetica del Principato, modificando profondamente i modelli di consumo energetico per il futuro del nostro pianeta.

Già pioniera nella promozione della moda ecosostenibile, che è una delle sue priorità, la Chambre Monégasque de la Mode intende realizzare le seguenti azioni:

  • effettuare una valutazione completa del bilancio carbone della propria attività e stimare le proprie emissioni di gas serra;
  • ridurre l’impatto dei materiali trovando alternative eco-responsabili;
  • migliorare la gestione dei rifiuti nei propri uffici e magazzino;
  • promuovere il riciclo e up-cycling;
  • convertire i propri locali all’illuminazione a LED e gestire al meglio i propri consumi energetici;
  • eliminare i bicchieri di plastica monouso e le bottiglie d’acqua in plastica;
  • promuovere la produzione locale;
  • eliminare i documenti cartacei a favore del digitale

CMM partecipa attivamente all’organizzazione di conferenze ed eventi relativi all’ecosostenibilità e con il suo impegno vuole ispirare ed incoraggiare altri designer ad aderire a loro volta al Patto Nazionale.

In questa occasione, la Chambre Monégasque de la Mode ha lanciato la terza edizione dell’atteso concorso Monte-Carlo Fashion Week Sustainable Contest. Tutti i designer Green sono invitati a partecipare inviando un breve video che rappresenti l’essenza della loro visione etica e innovativa.

I finalisti saranno scelti da una commissione di esperti, che verrà comunicata a breve e che analizzerà le collezioni presentate nei video, oltre al messaggio che contengono.

“I designer che partecipano provengono dai cinque continenti, riflettendo un ampio spettro cosmopolita che unisce stile e sostenibilità e celebra l’eccellenza artigianale, materiali sorprendenti ed innovativi impegnandosi in un approccio eco-responsabile”, riassume Federica Nardoni Spinetta, Presidente e Fondatrice della Chambre Monégasque de la Mode e della Monte- Carlo Fashion Week.

Le candidature potranno essere inviate fino al 15 aprile.

Il vincitore del Concorso riceverà il premio Sustainable Fashion Award durante la Cerimonia dei Fashion Awards, che si terrà all’Opera di Monte-Carlo il 24 maggio ed avrà l’opportunità di presentare la sua collezione nel programma ufficiale della Monte-Carlo Fashion Week (MCFW©).