Inaugurata oggi, dalla vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare, la Casa di Comunità a Olgiate Molgora (LC), struttura sanitaria di riferimento anche dei Comuni di Brivio, Calco, Santa Maria Hoè, Airuno, La Valletta Brianza.

È la prima ad aprire in questa provincia, sul territorio lecchese saranno in tutto 8 le Case di Comunità e 4 gli Ospedali di Comunità previsti dalla Legge di potenziamento della sanità lombarda per un totale di 22.000.000 di euro, fondi del PNRR.

Inoltre, sono stati stanziati 7.000.000 per le grandi apparecchiature e 22.000.000 per il miglioramento della strutture ospedaliere.

“La casa di Olgiate Molgora – ha detto la vicepresidente – si caratterizza per essere una casa ‘spoke’ che vede già la presenza di medici di medicina generale, infermieri di famiglia e psicologo. Una vera e propria integrazione, una vera e propria rete in collegamento con gli specialisti di Lecco e Merate”.

“Con l’aiuto della telemedicina – ha aggiunto – e dei dispositivi medici già presenti nella Casa, c’è la possibilità di visitare il paziente, inviare l’esame ed effettuare il teleconsulto con gli specialisti dei 2 ospedali. Altri elementi significativi della Casa sono l’integrazione con il Comune e la sinergia con il Dipartimento della Fragilità (Difra) di Lecco”.

“Per quanto riguarda le risorse umane – ha concluso la vicepresidente – abbiamo già avviato in Regione le procedure per la stabilizzazione del personale. Inoltre, negli ultimi 2 anni, ricordo che tra medici, infermieri e tecnici, abbiamo assunto oltre 3.000 lavoratori. Ovviamente c’è anche altro da fare, superando le criticità legate alla programmazione nazionale, incrementando le assunzioni anche nella sanità territoriale”. (LNews)