Musica Maesttri, trio al femminile domenica 23.

0
1196

Tra classico e romantico

Domenica 23 febbraio per il nuovo appuntamento di Musica Maestri! va in scena un trio, tutto al femminile, di docenti del Conservatorio di Milano.

Tra classico e romantico, il titolo che le tre docenti hanno posto al concerto: in programma due Trii, uno di Beethoven e uno di Brahms.

 

Domenica 23 febbraio

Sala Puccini ore 18.00

 

Tra classico e romantico

 

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Trio in mi bemolle maggiore op. 38

 

Johannes Brahms (1833-1897)

Trio in la minore op. 114

 

Laura Magistrelli clarinetto

Nicoletta Mainardi violoncello

Sumiko Hojo pianoforte

 

 

Ingresso al concerto libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

 

Laura Magistrelli ha studiato al Conservatorio G. Verdi di Milano con il M° P. Borali, perfezionandosi poi con K. Leister, D. Klocker e A. Pay. Ha tenuto con l’Orchestra Cantelli, di cui è primo clarinetto dal 1994 e presidente dal 2009, concerti in Italia, Germania, Austria e U.S.A. nelle sale più importanti. Ha vinto, a inizio carriera, le audizioni per l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestre des Jeunes de la Méditerranée e la Gustav Mahler J.O., con le quali ha tenuto concerti in Francia, Germania, Austria, Italia, Olanda, Turchia, Grecia, ex-Jugoslavia, Cecoslovacchia, Danimarca, Spagna. Ha collaborato in qualità di primo clarinetto con diverse Orchestre: I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, Orchestra Rai di Milano, Milano Classica, Orchestra del Festival di Brescia e Bergamo, Stabile di Bergamo, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova. Ha suonato sotto la direzione di maestri illustri quali: Abbado, Chailly, Gatti, Luisi, Bacalov. Ha tenuto concerti cameristici e solistici, collaborando anche con I Solisti di Mosca, suonando in Italia, Francia, Germania, Belgio, Marocco e in Kenya per l’Ambasciata italiana a Nairobi. In veste di solista ha tenuto il suo primo concerto a 16 anni presso il Teatro Lirico di Milano suonando il concerto di K. Stamitz con l’Orchestra del Conservatorio e successivamente con l’Orchestra della Rai di Milano, dell’Angelicum, l’Orchestra da Camera del Friuli e Venezia Giulia, l’Orchestra Cantelli e diverse altre orchestre eseguendo il repertorio classico. Ha inciso cd per Bayer Records, Pongo Classica, Chandos, I.C.A, Clarinet Classic, Centaur, Gallo, Camerata Tokio con K. Leister. È titolare della cattedra di clarinetto al Conservatorio G. Verdi di Milano dal 2006.

 

Nicoletta Mainardi, nata a Bologna da una famiglia di tradizione musicale, ha studiato con Enrico Pardini e Franco Rossi, con cui si è diplomata in violoncello al Conservatorio di Firenze, perfezionandosi poi al Conservatoire de Musique a Ginevra con Pierre Fournier. Ha seguito gli studi classici e si è laureata in Filosofia all’Università di Bologna.

Vincitrice di concorsi (1° premio assoluto a Genova, Premio speciale per la migliore interpretazione di Bach a Palermo, Premio Vittorio Veneto, …), ha tenuto concerti per le associazioni Guido Cantelli di Milano, il Coretto di Bari, Barattelli dell’Aquila, Amici della musica di Palermo, Trapani, Pistoia, Arezzo, Cecina, Piombino, Lanciano, Perugia, Società Filarmoniche di Trento e Bologna, IUC e Accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro di Oristano, Politeama Rossetti di Trieste. Ha effettuato tournées in Francia, Repubblica Ceca e Repubblica Slovacca; ha inaugurato a Veleia la stagione teatrale con Alessandro Preziosi; ha tenuto una serie di concerti in Germania a Hoffheim e Eppstein (Francoforte sul Meno). Con il pianista Riccardo Risaliti ha suonato ad Arezzo, a Pistoia e a Firenze; con il baritono Alessandro Corbelli ha tenuto concerti a Roma (IUC – Aula Magna de La Sapienza) in un programma di Volkslieder di Beethoven; con il violinista Cristiano Rossi ha eseguito il Concerto op. 21 di Chausson per violino, pianoforte e quartetto d’archi alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano; con il sopranista Angelo Manzotti e l’Orchestra Barocca di Bologna ha approfondito il repertorio barocco con strumenti originali; con il flautista Vincenzo Caroli e il Tammitan Ensemble ha eseguito musiche di Lou Harrison in prima mondiale per Dynamic (CD). È stata l’unico violoncello italiano nella Barockorchester della Mitteleuropa, diretta da Barthold Kujken, con cui ha tenuto concerti al Festival di Rovereto e in San Simpliciano a Milano. Ha fatto parte del Milano ‘808 Ensemble in occasione delle celebrazioni per il Bicentenario della fondazione del Conservatorio di Milano. Ha partecipato a giurie di concorsi. Ha tenuto e tiene numerosi corsi di perfezionamento.

È docente titolare di violoncello ed è coordinatore delle classi di violoncello al Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano, dove ha tenuto corsi di Letteratura dello strumento e Metodologia dell’insegnamento strumentale.

 

Sumiko Hojo, iniziati gli studi pianistici a Tokyo, sua città natale, si è laureata con il massimo dei voti presso l’Università musicale di Senzokugakuen Daigaku dove ha anche conseguito il diploma di perfezionamento pianistico post universitario. Successivamente si è diplomata in Italia presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, ottenendo la valutazione massima.

Svolge un’intensa attività concertistica come solista e con diversi gruppi cameristici, fra i quali il Gruppo Linea Ensemble, il Chicago String Trio e l’Ensemble Amadé, oltre al duo Magistrelli-Hojo con cui ha registrato numerosi cd per Bayer-Records e per Datum Stradivarius.

Ha collaborato come pianista con i Civici Cori di Milano, con varie orchestre fra le quali l’Orchestra Sinfonica di Novosibirsk (Russia) e la Shin Nihon Orchestra di Tokyo.

Numerosi impegni concertistici la vedono regolarmente attiva in tutte le principali città italiane oltre che in Francia, Svizzera, Grecia, Irlanda, Repubblica Ceca, Belgio, Russia, Cina e Giappone.

Unisce all’attività concertistica quella didattica presso il Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano dove è titolare della cattedra di pianoforte complementare.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here