La Risonanza, secondo appuntamento al Museo della Scienza e della Tecnica sabato 14.

0
112

Secondo appuntamento al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci per la stagione de La Risonanza per Milano. In scena, come nel precedente appuntamento di fine novembre, giovani cresciuti alla “scuola” de La Risonanza.

Specificamente sul palco di Fabio Bonizzoni e dei suoi musicisti salirà un quartetto – il Quatuor spirituel – di studenti dei corsi di perfezionamento del Conservatorio de L’Aja, dove lo stesso Bonizzoni insegna.

Condivisi i percorsi di studio, i quattro (Tiziano Teodori flauto, Sakura Goto violino, Anna Lachegyi viola da gamba e violoncello, Laura Motta clavicembalo, provenienti da Italia, Giappone e Ungheria) si sono uniti in formazione di quartetto e proprio così il pubblico de La Risonanza avrà modo di ascoltarli.

L’appuntamento è per sabato 14 dicembre alle 17.30 nella Sala del Cenacolo del Museo milanese.

 

 

Sabato 14 dicembre

Museo Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci ore 17.30

 

SUL PALCO DE LA RISONANZA

À LA DÉCOUVERTE DE L’ESPRIT

 

Georg Philipp Telemann

(1681-1767)

Da Nouveaux quatuors en six suites: Quatuor in sol maggiore

Trio sonata in mi minore TWV 42:e7

 

Johann Sebastian Bach

(1685-1750)

Partita in si bemolle maggiore BWV 825

Da Musikalisches Opfer BWV 1079:

Sonata sopra Il soggetto reale a traversa, violino e continuo

 

Quatuor Spirituel

Tiziano Teodori flauto

Sakura Goto violino

Anna Lachegyi viola da gamba e violoncello

Laura Motta clavicembalo

 

 

 

À la découverte de l’esprit

Breve viaggio alla scoperta del Settecento attraverso la musica di Bach e Telemann

 

È sempre impresa ardua cercare di dar forma e pensiero a quello che Hegel definisce Zeitgeist, lo spirito del tempo. Se il secolo in questione è il Settecento, l’impresa diventa impossibile: il secolo della nascita dell’estetica, il secolo di Kant e dell’Illuminismo, ma anche il secolo della Rivoluzione francese, dal cui folle caos nasce l’Europa dell’età moderna. È il secolo delle contraddizioni che non cessano mai di essere tali. Filosofi e letterati si interrogano incessantemente, fino alla metà del Settecento, se sia la Ragione o il Sentimento a dettare le regole all’arte: un dissidio di cui le Belle Arti costantemente si nutrono. Il programma di oggi è stato pensato per introdurvi alla musica di questo secolo straordinario, e alle sue contraddizioni. Il cantabile lirismo e il brillante virtuosismo, il severo rigore del contrappunto e la libera fantasia dell’improvvisazione si fondono insieme per dar vita a pagine di inestimabile valore.

Il concerto si apre con due quartetti di Telemann: il Quatuor in sol maggiore per flauto, violino, viola da gamba e basso continuo, pubblicato da Telemann nel 1738 a Parigi e parte della famosa raccolta Nouveaux quatuors en six suites, e un‘inedita Trio sonata in mi minore. A seguire un intermezzo che vede come protagonista il clavicembalo solista, con l’esecuzione della splendida Partita in si bemolle maggiore BWV 825 di Johann Sebastian Bach.

A conclusione del concerto, verrà eseguita la magnifica Trio sonata in do minore tratta dalla Musicalisches Opfer BWV 1079, composta e pubblicata nel 1749.

 

 

GLI ARTISTI

 

Quatuor Spirituel

Tiziano Teodori è un flautista barocco, diplomatosi al Koninklijk Conservatorium, risiede e lavora all’Aja come freelance. Collabora regolarmente con orchestre ed ensemble barocchi.

Sakura Goto è una violinista giapponese, si è formata alla Tokyo University of Arts e si sta perfezionando nella classe di Ryo Terakado presso il Conservatorium. Si esibisce regolarmente con Nederlandse Bach Vereniging.

Anna Lachegyi è una gambista e violoncellista ungherese. Sta terminando il Master presso il Conservatorium e si esibisce regolarmente in importanti festival di musica antica in tutta Europa.

Laura Motta ha iniziato il suo percorso come clavicembalista presso il Conservatorio di Milano, per poi perfezionarsi con Fabio Bonizzoni presso il Conservatorium. A sua volta Collabora regolarmente con orchestre ed ensemble barocchi

 

 

INGRESSI:

Biglietto ridotto euro 7.50 comprensivo di ingresso al Museo e concerto.

 

 

Ringraziando per l’attenzione che potrete riservarci, il nostro più cordiale saluto,

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here