Giornata della memoria per le vittime di mafia, in Duono i resti dell’auto della scorta di Falcone.

508
La Veneranda Fabbrica del Duomo lancia nuove iniziative per continuare a preservare la Cattedrale nell'anno della pandemia, 24 novembre 2020. Nascono infatti "Milano Duomo Card" e "Capolavori" per fronteggiare una perdita, rispetto all'anno scorso di 22-23 milioni, dovuta alla mancanza di visitatori che nel 2019 raggiunsero la cifra record di quasi tre milioni (se ne prevedono 550mila nel 2021, -80%). ANSA / us Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Nella settimana dal 14 al 21 marzo la città di Milano ospiterà una serie di importanti iniziative che il Comune promuove in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Giovedì 17 marzo, alle ore 15 in piazza Duomo, davanti a Palazzo Reale, si inaugurerà l’esposizione della teca che custodisce i resti della Croma blindata su cui viaggiavano gli uomini della scorta di Giovanni Falcone, caduti insieme al giudice antimafia nell’attentato di Capaci, di cui ricorre quest’anno il trentesimo anniversario. All’inaugurazione prenderà parte il Sindaco di Milano Giuseppe Sala insieme al Questore Giuseppe Petronzi, a Pierpaolo Farina presidente di WikiMafia e a Tina Montinaro, moglie del caposcorta Antonio Montinaro e presidente dell’Associazione “Quarto Savona Quindici”.

L’esposizione della teca con la vettura, nome in codice ‘Quarto Savona Quindici’, rimarrà nel cuore della città di Milano liberamente visibile e accessibile fino a martedì 22 marzo.
L’esposizione della teca sarà preceduta lunedì 14 marzo dal convegno “Fine pena, quando? L’impegno antimafia e la riforma dell’ergastolo ostativo”.

Il convegno organizzato dalla Commissione consiliare Antimafia del Comune di Milano si terrà alle ore 18.30 nella Sala Conferenze di Palazzo Reale. Parteciperanno il senatore Pietro Grasso, la dottoressa Alessandra Dolci della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, l’avvocato Valentina Alberta della Camera Penale di Milano e Tina Montinaro, Presidente Quarto Savona Quindici. I saluti iniziali saranno di Rosario Pantaleo, Presidente della Commissione consiliare Antimafia del Comune di Milano, mentre la moderazione del dibattito sarà dell’Avvocato Marco Griguolo, membro dell’Ufficio di Presidenza di WikiMafia.
Info e modulo di registrazione https://bit.ly/14marzo2022

Davanti ai resti della vettura di scorta del giudice Giovanni Falcone, venerdì 18 marzo alle ore 12, Tina Montinaro incontrerà le studentesse e gli studenti di alcune scuole milanesi.
Gli eventi del 21 marzo – Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Si terrà alle ore 10 in piazza Prealpi la prima iniziativa prevista per il giorno della ricorrenza. Avviso Pubblico e Libera, insieme al Comune di Milano, con il Patrocinio di Rai e sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, ricorderanno le vittime innocenti delle mafie con l’evento ‘Terra mia. Coltura Cultura’. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, con musiche, poesia e lettura dei nomi delle vittime. Ad aprire l’incontro, l’intervento del sindaco Sala.

Alle ore 18, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano, si svolgerà la manifestazione “Erano Semi – In memoria di La Torre, Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino e delle altre vittime innocenti delle mafie” patrocinata dal Comune di Milano.
La prima parte sarà dedicata al ricordo delle vittime del 1982 e del 1992 e alle riflessioni su cosa è “germogliato” dalla loro morte negli anni successivi contro la mafia, con gli interventi dell’assessore al Welfare e Salute Lamberto Bertolè e di Franco La Torre, Carlo dalla Chiesa, Tina Montinaro, Salvatore Borsellino. Daranno voce a Pio La Torre, Carlo Alberto dalla Chiesa, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino gli attori Lella Costa e Sergio Leone. La seconda parte sarà dedicata alla lettura dei nomi delle 1.006 vittime innocenti delle mafie, che sarà aperta da Carlo Smuraglia, presidente emerito dell’Anpi, e a cui parteciperanno 50 persone tra esponenti delle istituzioni, artisti, attivisti della società civile. Conduce l’incontro Maria Grazia Mazzola, giornalista e inviata speciale del Tg1. Programma completo https://bit.ly/21marzo2022

Sarà proprio la ricorrenza del 21 marzo a dare infine il via al ciclo di appuntamenti della prima edizione de “Il Conservatorio di Milano per la sua città”, un progetto che, in occasione di date simbolo del calendario civile della città, vedrà eseguire concerti ed esibizioni arricchendo il palinsesto di eventi di ‘Milano è memoria’.

Il primo appuntamento si terrà alle ore 20.30 presso il Conservatorio di Milano, in Sala Puccini, con il “Concerto bachiano” eseguito al pianoforte da Diego Petrella. Il concerto è aperto al pubblico fino all’esaurimento dei posti disponibili (prenotazioni scrivendo a permilano@consmilano.it).
red