Osservatorio AutoScout24: nel I sem. 2020 cala il mercato delle auto usate, ma in fase post lockdown arrivano i primi segnali di ripresa.

0
133
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

Il lockdown ha avuto un impatto diretto sull’andamento di molti settori, tra cui quello automotive, anche se si vedono i primi segnali di ripresa nel mercato dell’usato. Secondo l’Osservatorio di AutoScout24 (www.autoscout24.it) -il principale portale in Europa di annunci di auto e moto-, su base dati ACI, in Lombardia nel I semestre 2020, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, i passaggi di proprietà di auto usate sono diminuiti del -31,3% (a livello nazionale è del -30,6%), raggiungendo 167.205 atti. In fase post lockdown arrivano però i primi segnali positivi, con il mese di giugno che ha visto crescere i passaggi di proprietà nella regione del +8,1%.  Nel I semestre la regione si posiziona al 1° posto in Italia per numerosità, ma se si confrontano i dati con la popolazione residente maggiorenne il Veneto si classifica al 18° posto posto con 201,3 passaggi netti ogni 10mila abitanti.

La classifica delle province per numero di passaggi di proprietà vede in testa Milano con 48.119 atti (-31,9%), seguita da Brescia con 23.943 (-28,7%), Bergamo con 18.942 (-28,6%), Varese con 15.194 (-33,8%), Monza-Brianza con 13.938 (-33,3%), Pavia con 10.322 (-31,7%), Como con 10.151 (-29,6%), Mantova con 7.404 (-32,5%), Cremona con 6.345 (-30,5%), Lecco con 5.546 (-32,7%), Lodi con 3.943 (-34%) e Sondrio con 3.358 (-33,2%).

Rispetto alla popolazione residente maggiorenne la situazione si trasforma: prima Brescia con 231,3 passaggi ogni 10mila abitanti, seguita da Pavia (224,5), Sondrio (222,8), Mantova (216), Cremona (211,4), Bergamo (208,8), Lodi (208), Varese (206,1), Como (204,8), Lecco (199), Monza-Brianza (193,9) e, fanalino di coda, Milano (178,8).

 

Cosa hanno cercato i lombardi nei primi sei mesi dell’anno?

Nell’usato come alimentazione preferita troviamo quella a benzina, che riguarda secondo l’ACI il 48% dei passaggi di proprietà totali; segue il diesel con il 38,9%.

Per quanto attiene le auto ibride ed elettriche si è ancora agli inizi, come attestano sia i dati ACI (solo l’1,9 dei passaggi di proprietà riguardano auto ibride ed elettriche), sia i dati di AutoScout24 (2% delle richieste totali).

Per quanto riguarda i modelli più richiesti in regione vince in assoluto la Volkswagen Golf, ma se si prendono in considerazione solo le vetture “più ecologiche” troviamo tra le ibride la Toyota Yaris e tra le elettriche la Tesla Model S.

 

Cosa accade sul fronte dei prezzi delle auto in offerta sul mercato?

Il prezzo medio di vendita si attesta, in generale, a € 14.950, un dato leggermente superiore alla media nazionale (€14.400). Per acquistare una vettura, tra le province “più care” troviamo ai primi posti Cremona, con un prezzo medio di € 18.210. S, e Mantova con € 15.900. Seguono Milano (€15.450), Como (€15.300), Monza-Brianza (€14.970), Brescia (€ 14.830), Bergamo (€ 14.820), Varese (€ 14.220), Lecco (€ 14.060), Lodi (€ 13.100), Sondrio (€ 13.050) e la “più economica” Pavia con € 12.360.

I prezzi salgono se si considerano le vetture usate elettriche (€ 24.520) o ibride (€ 28.190).

 

Qual è l’età media delle vetture proposte? Rispetto allo scorso anno la situazione è leggermente migliorata, passando da 8,4 anni agli attuali 8 anni.

 

“Dopo le incertezze dovute al lockdown, i dati emersi dall’ultimo Osservatorio di AutoScout24 confermano come in tema di mobilità l’auto privata resti il mezzo più usato dagli italiani per i propri spostamenti – afferma Sergio Lanfranchi, Centro Studi AutoScout24 – Il diesel rimane l’alimentazione preferita per chi sceglie un’auto usata. La crescita di elettrico e ibrido, spinta dagli incentivi, riguarda principalmente il mercato del nuovo, e solo nel futuro prossimo sarà tangibile anche nel mercato dell’usato. Resta importante promuovere il rinnovo del parco circolante con vetture più recenti, e anche su questo fronte l’usato può avere un ruolo fondamentale.”

 

Provincia Passaggi netti I sem. 2020 Var. % Passaggi netti I sem. 2020 / I sem. 2019 Passaggi proprietà I sem. 2020 ogni 10mila residenti (oltre i 18 anni) Prezzo  medio auto in vendita I sem. 2020 Età media auto in vendita  I sem. 2020
MILANO 48.119 -31,9% 178,8 15.450 € 7,9
BRESCIA 23.943 -28,7% 231,3 14.830 € 8,3
BERGAMO 18.942 -28,6% 208,8 14.820 € 8,3
VARESE 15.194 -33,8% 206,1 14.220 € 8,4
MONZA – BRIANZA 13.938 -33,3% 193,9 14.970 € 7,5
PAVIA 10.322 -31,7% 224,5 12.360 € 8,0
COMO 10.151 -29,6% 204,8 15.300 € 8,4
MANTOVA 7.404 -32,5% 216,0 15.900 € 7,9
CREMONA 6.345 -30,5% 211,4 18.210 € 6,7
LECCO 5.546 -32,7% 199,0 14.060 € 8,3
LODI 3.943 -34,0% 208,0 13.100 € 8,8
SONDRIO 3.358 -33,2% 222,8 13.050 € 9,5
LOMBARDIA 167.205 -31,3% 201,3 14.950 € 8,0

 

Fonte: elaborazione Centro Studi di AutoScout24 sia sui passaggi di proprietà forniti dall’ACI, sia su dati interni dell’azienda.

 

 

Regione Passaggi netti I sem. 2020 Var. % Passaggi netti I sem. 2020 / I sem. 2019 Passaggi proprietà I sem. 2020 ogni 10mila residenti (oltre i 18 anni) Prezzo  medio auto in vendita I sem. 2020
LOMBARDIA 167.205 -31,3% 201,3 14.950 €
LAZIO 111.652 -32,0% 228,9 13.640 €
CAMPANIA 108.697 -26,5% 231,4 12.770 €
SICILIA 97.002 -23,8% 236,6 13.350 €
VENETO 85.990 -31,8% 211,5 16.640 €
PIEMONTE 82.124 -34,3% 224,3 13.400 €
PUGLIA 80.367 -27,4% 241,2 12.420 €
EMILIA ROMAGNA 77.680 -32,6% 209,1 14.900 €
TOSCANA 60.835 -32,8% 194,0 15.370 €
CALABRIA 33.767 -27,6% 209,6 11.880 €
SARDEGNA 32.195 -30,4% 230,1 12.990 €
MARCHE 25.744 -31,3% 201,6 13.800 €
LIGURIA 24.348 -30,5% 183,7 11.850 €
TRENTINO – ALTO ADIGE 23.950 -42,7% 276,7 16.090 €
ABRUZZO 23.895 -28,9% 217,0 13.220 €
FRIULI – VENEZIA GIULIA 23.057 -29,8% 224,7 16.110 €
UMBRIA 17.403 -31,8% 235,1 14.930 €
BASILICATA 10.146 -28,7% 214,2 12.400 €
MOLISE 6.101 -29,2% 234,7 14.560 €
VALLE D’AOSTA 2.393 -39,0% 229,2 12.500 €
ITALIA 1.094.551 -30,6% 218,6 14.400 €

Fonte: elaborazione Centro Studi di AutoScout24 sia sui passaggi di proprietà forniti dall’ACI, sia su dati interni dell’azienda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here