Il Museo Galleria del Premio Suzzara, dopo essersi aggiudicato un finanziamento di 103.300 euro nell’ambito dell’avviso pubblico PAC2020 – Piano per l’Arte Contemporanea, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, annuncia che l’opera “Sweet Home” è in costruzione.

Dopo aver presentato il progetto “Sweet Home” dell’artista Umberto Cavenago, che è stato selezionato dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea per la linea d’azione “committenza e relativa valorizzazione” come uno tra i più interessanti tra i 94 progetti presentati a livello nazionale, è stato necessario affrontare consistenti e imprevisti aumenti dei prezzi delle materie prime che hanno ritardato l’inizio dei lavori.

Finalmente però l’opera è in costruzione presso il cantiere navale Nettuno Motobarche di Codogno e a breve sarà consegnata al Museo Galleria del Premio Suzzara.

“Sweet Home”, che verrà installata non in uno dei luoghi deputati dell’arte ma nell’area golenale del Po, si presenta già fase progettuale come un’opera sovversiva rispetto alla rigidità del sistema dell’arte e del concetto stesso di opera. Essa infatti non sarà un unicum, un’opera unica e irripetibile ma, proponendosi come contenuto aperto, l’autore ha deciso di rendere pubbliche le tavole del progetto. Gli esecutivi progettuali sono ora disponibili sul sito web di Umberto Cavenago (https://cavenago.info/page/6/SweetHome/). L’autore concede a chiunque la possibilità di ricostruire l’opera “Sweet Home” nel rispetto della licenza CC (Creative Common), purché non vengano apportate modifiche, non siano presenti scopi commerciali e sia sempre attribuita la paternità dell’opera.

L’opera “Sweet Home”
“Sweet Home” sarà un’installazione site-specific, realizzata nell’area golenale del Po. L’opera verrà realizzata dall’artista Umberto Cavenago e ricalcherà l’immagine archetipica al contempo della casa e dell’arca, fondendo questi due ideali in un’unica scultura in Cor-Ten. Sarà una struttura a pianta squadrata e tetto a capanna, realizzata in lastre d’acciaio, con una doppia apertura nel senso longitudinale; non poggerà su un piedistallo ma su uno scafo inclinato. L’installazione sarà ancorata al terreno con catene navali in modo che, con le frequenti inondazioni della zona golenale, possa sollevarsi assecondando il flusso delle acque del fiume. Il Po si farà quindi, di volta in volta, parte attiva nella sistemazione dell’opera che, piena dopo piena, cambierà posizione, angolatura e orientamento. In questo modo, l’opera diventerà parte integrante del paesaggio golenale.

“Sweet Home”, inoltre, non vuole essere una semplice scultura, anzi mira a capovolgere il concetto stesso di monumento proponendosi come una vera e propria estensione del Museo Galleria del Premio Suzzara: uno spazio anfibio di cui le persone potranno godere, un avamposto culturale a diretto contatto con il territorio e in cui sarà possibile organizzare molteplici attività artistiche e culturali.

Museo Galleria del Premio Suzzara
Il Museo Galleria del Premio Suzzara affonda le sue radici nel Premio Suzzara, da cui prende il nome. Il Premio nasce nel 1948 grazie alla mente geniale del pubblicitario Dino Villani che, appoggiato dalla lungimiranza dell’allora sindaco Tebe Mignoni e sostenuto dall’apporto fondamentale di Cesare Zavattini, riesce ad ideare un premio artistico con caratteristiche uniche.

“Un vitello per un quadro, non abbassa il quadro: innalza il vitello”, questo lo slogan coniato da Villani e che racchiude l’essenza stessa del Premio Suzzara, una competizione artistica certamente, ma che subito si distinse per il particolare carattere della giuria giudicante, composta non solo da galleristi, storici e critici d’arte, giornalisti specializzati, ma anche da un operaio, un impiegato e un contadino.

Tanti sono gli artisti che in oltre 70 anni e in 50 edizioni hanno partecipato al Premio Suzzara. Le opere vincitrici del Premio, rimaste per regolamento al Comune, sono confluite a metà degli anni ’70 nella Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea che poi si trasforma nel 2002 nel Museo Galleria del Premio Suzzara, conservando ed esponendo un patrimonio di oltre ottocento opere

Oggi Suzzara è un distretto industriale ricco e diversificato grazie al forte impulso che tutta la zona ebbe già nella prima metà del secolo scorso e poi in maniera decisa tra gli anni ’50 e ’70. Accanto a grandi gruppi industriali e al loro indotto, molte sono le piccole e medie imprese nel settore manifatturiero, in particolare meccanico, che rappresentano la linfa vitale del territorio. Proprio per questo nel 2018 il Museo Galleria del Premio Suzzara, ha deciso rinnovare il Premio dalle sue fondamenta, coinvolgendo le aziende e proponendo loro un ruolo attivo e partecipativo in un progetto di valorizzazione territoriale attraverso l’arte.

Una serie di artisti chiamati dal Museo, riflettendo su una serie di parole chiave date, hanno reso disponibili i propri progetti alle aziende che li hanno scelti investendo nella produzione delle opere. È un progetto ancora in fieri, destinato a continuare nel tempo, grazie al quale si è instaurato un rapporto di collaborazione totalmente alla pari tra aziende, artisti e il Museo, che da contenitore si fa contenuto e invade, nel vero senso della parola, le aziende e il territorio, promuovendo l’arte pubblica e site specific.

Umberto Cavenago
Nasce a Milano nella seconda metà del ‘900. La sua ricerca fonde la passione per la cultura artistica e la cultura del progetto; i suoi interventi, sempre relazionati con lo spazio sia architettonico che naturale, stabiliscono un dialogo formale e destabilizzante in un rapporto anti-celebrativo e mai definitivo. Umberto Cavenago è stato docente a contratto presso l’Accademia di Belle Arti di Bergamo dal 1996 al 2010 e l’Accademia di Belle Arti di Urbino dal 2006 al 2012, sperimentando progetti tra le docenze di Pittura, Anatomia, Progettazione multimediale, Sistemi interattivi e Scultura.
______________________________
Museo Galleria del Premio Suzzara
Via Don Bosco 2/a
46029 Suzzara – Mantova
Tel. 0376 513513
galleriapremio@comune.suzzara.mn.it
www.50.premiosuzzara.it