Una gita a Bergamo e a Brescia durante le vacanze di Pasqua: un’opportunità di visita e di scoperta di Accademia Carrara e Pinacoteca Tosio Martinengo, delle loro collezioni e delle novità.

In questa occasione, entrambe le istituzioni museali propongono un’apertura straordinaria con biglietto di ingresso ridotto e attività didattiche per tutti, segnando un altro passo nel percorso di vicinanza verso il 2023, anno in cui Bergamo e Brescia saranno insieme protagoniste di Capitale Italiana della Cultura.

ACCADEMIA CARRARA, Bergamo

9.30 > 17.30

ingresso ridotto €8

Il museo bergamasco propone la visita alla mostra Piccio IN Carrara e l’iniziativa Vista da Vicino.

Piccio IN Carrara è il progetto espositivo che, attraverso tre nuovi prestiti d’eccezione, racconta Giovanni Carnovali, detto Piccio (1804-1873), autore tra i più sperimentali dell’Ottocento lombardo, precursore di temi e innovativo nello stile. I tre prestiti completano idealmente un inedito percorso all’interno del museo, alla riscoperta di un autore straordinariamente rappresentato in Carrara con 14 opere, una sorta di “monografica permanente” del pittore, in grado di raccontare tutti gli aspetti della sua personalità e ricerca stilistica e delle tante narrazioni collegate alla collezione, alla storia e a un intero territorio.

PICCIO IN CARRARA, a cura di M. Cristina Rodeschini, fino al 12 giugno, è il nuovo capitolo di IN, per rileggere l’intera collezione, offrendo la possibilità al pubblico di approfondire “percorsi nel percorso”, per scoprire o riscoprire i suoi protagonisti.

info e prenotazioni qui

 

Vista da Vicino

domenica 17 aprile | ore 15.00

Un appuntamento gratuito con Vista da Vicino, in presenza e online sui canali Facebook e Instagram: quindici minuti per scoprire un’opera della collezione Carrara in compagnia dei giovani tirocinanti del museo. La domenica di Pasqua tutti i segreti di Nascita di Maria, opera di Vittore Carpaccio e bottega (1502 – 1504 circa).

info qui

 

PINACOTECA TOSIO MARTINENGO, Brescia

10.00 > 18.00

ingresso ridotto €5

Un’occasione di visita in Pinacoteca per scoprire il nuovo allestimento dedicato alla pittura del Settecento e la speciale visita guidata Pasquetta in Pinacoteca!

Sette sale, rinnovate e arricchite di nuove opere, grazie a donazioni, comodati e prestiti inaugurano un percorso, a cura di Roberta D’Adda, che approfondisce uno dei filoni più presenti in Pinacoteca Tosio Martinengo, quello dei “pittori della realtà” che con Moretto, Moroni, Lotto e Savoldo influenzarono la formazione del giovane Caravaggio, per poi proseguire con Monsù Bernardo e Pietro Bellotti, con Cifrondi, Todeschini fino a Giacomo Ceruti. L’ampliamento della collezione rappresenta, infatti, un ulteriore passo di avvicinamento e approfondimento a favore di Ceruti, che porterà alla grande esposizione a lui dedicata in programma per febbraio 2023.

info e prenotazioni qui

 

Pasquetta in Pinacoteca!

lunedì 18 aprile ore 11.00

Una speciale visita guidata alla scoperta della Pinacoteca e del rinnovato allestimento dedicato ai dipinti delle sale del Settecento che, oltre a vedere il ricollocamento delle collezioni e l’esposizione di opere fino a ora custodite nei depositi, si è arricchito di 11 prestigiose acquisizioni.

costo: biglietto d’ingresso ridotto + 5 € di contributo guida

prenotazioni: cup@bresciamusei.com

Accademia Carrara è parte di Fondazione Accademia Carrara, fondazione di partecipazione pubblico-privata, presieduta da Giorgio Gori e diretta da M. Cristina Rodeschini.

 

Pinacoteca Tosio Martinengo è parte di Fondazione Brescia Musei, fondazione di partecipazione pubblico-privata presieduta da Francesca Bazoli e diretta da Stefano Karadjov. Fanno parte di Fondazione Brescia Musei anche: Museo di Santa Giulia, Brixia. Parco Archeologico di Brescia romana, Museo delle Armi “Luigi Marzoli” e Cinema Nuovo Eden.

Dal 1° aprile, con l’entrata in vigore del decreto-legge 24 marzo 2022, n.24, che stabilisce la fine dello Stato di emergenza, cambiano le modalità di accesso ai luoghi della cultura e dello spettacolo.
Per l’accesso a musei, parchi archeologici, mostre, archivi, biblioteche e altri luoghi della cultura non è più richiesto il possesso del green pass rafforzato, né di quello base. Resta l’obbligo di utilizzo di mascherine chirurgiche.