Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano

MTM Teatro Litta –  dal 9 al 14 novembre 2021

Elettra

di Giovanni Testori

con Emanuela Villagrossi, Rossana Gay e Alessandra Salamida

regia Pasquale Marrazzo

Scene e costumi: Pasquale Marrazzo

Disegno Luci: Marco Meola

produzione Noi Film

 

Le prime parole che pronuncia Elettra sono: “Da quanto tempo sono qui ad aspettare?”. L’attesa è il luogo mentale dove agisce la riflessione e si maturano odi e amori. Il dramma esistenziale delle due protagoniste, Elettra e Clitennestra, anticipa e distrugge quello amletico immergendolo nella pura e violenta azione, risolvendolo con il sangue.

Le due donne si misurano confondendosi l’una nell’altra, si fanno da specchio, riflettendo le proprie angosce e paure in un rimbalzo continuo fra morale ed etica. La giustizia è sospesa in una sorta di nuvola piena d’acqua in attesa di scoppiare sulla testa di ognuno di noi per scuoterne e rinnovarne i pensieri unici e totalitari. Madre e figlia reclamano il senso del giusto secondo il proprio punto di vista sano e malato allo stesso tempo.

L’insulto è la comunicazione verbale immediata e sincera che Elettra e Clitennestra scelgono per affrontarsi e conoscersi. Il linguaggio arcaico non fa altro che tirare per i capelli la nostra intima rabbia verso chi ci regala la vita senza averla scelta. Nessuno chiede di nascere, ma le madri, si sa, rivendicano una ricompensa come regalo assoluto per aver creato esistenza. Elettra vuole salvare il fratello mentre la madre vuole la sua morte, i drammi, ci ricorda la più giovane, non sono una costruzione volontaria ma una semplice conseguenza dell’esistenza come corollario della vita.

Note di regia

La scenografia dell’Elettra, totalmente in legno, essenziale e tagliente, è l’elemento naturale che la rappresenta.

Il legno, come succede nel dramma di Sofocle, che Testori smonta e ricompone in una cifra linguistica di natura psicoanalitica, trasporta qualcosa di arcaico in una declinazioni esistenziale, restando comunque, uguale a se stesso, sempre e comunque al  di sopra delle mode.

Teatro Litta

Da martedì a sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

intero 25,00€ – convenzioni 20,00€, ridotto Arcobaleno (per chi porta in cassa un oggetto arcobaleno) 20,00€, Under 30 e Over 65 – 15,00€, scuole di teatro e Università 15,00€, ridotto DVA 12,00€, scuole MTM, Paolo Grassi, Piccolo Teatro 10,00€, tagliando Esselunga di colore ROSSO, prevendita 1,80€

 

obbligo di Green Pass e mascherina chirurgica o FFP2

MTM Manifatture Teatrali Milanesi – Teatro Litta e Leonardo, riserverà agli spettatori che lo richiederanno in fase di prenotazione, un posto a sedere in sala con distanziamento.

 

durata dello spettacolo: 80 minuti

 

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

Scarica l’App di MTM Teatro e acquista con un clic

 

Abbonamenti: MTM è città aperta, MTM è città aperta Over 65, MTM Carta Regalo x2,

MTM Carta Regalo x4

 

Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita

vivaticket.it. I biglietti prenotati vanno ritirati nei giorni precedenti negli orari di prevendita e la domenica a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni