Alimentazione bambini, tavolo regionale congiunto

Nasce in Lombardia il primo Tavolo congiunto fra Istituzioni, pediatri, società scientifiche, operatori della filiera ed esperti per tracciare le linee guida di un modello di alimentazione ‘ a misura di bambino da 0 a 3 anni’ all’insegna del ‘Made in Italy’. La presentazione è stata fatta nel corso del workshop ‘Alimentazione del Bambino e dimensione sociale: la politica del fare’, cui hanno partecipato, fra gli altri, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e l’assessore al Welfare, Guido Bertolaso.

“Oggi – ha detto Fontana – è fondamentale abbinare stili di vita sani con l’esercizio fisico e la buona alimentazione. Ma è altrettanto importante farlo da subito perché ancora oggi ci sono delle distorsioni. Oggi nelle scuole le mense producono e forniscono cibo rispettando i principi nutrizionali indicati dagli esperti del settore, lo stesso deve valere per gli asili nido. Quindi ben vengano momenti concreti di lavoro come questo che consentono di uniformare il trattamento alimentare per far sì che i bambini fin dal primo giorno possano essere accompagnati verso una sana alimentazione”.

Strettamente legato a questo tema, per il governatore è quello della prevenzione “soltanto andando in questa direzione potremo consentire a tutti, al di là dell’età, di avere una vita migliore con meno patologie e più controllabili. La prevenzione, dunque, è alla base di tutto”. L’assessore al Welfare Guido Bertolaso ha spiegato come due gruppi di esperti siano già al lavoro per indicare quali siano “le modalità di alimentazione migliori non solo per gli studenti delle scuole medie e superiori, ma anche per gli asili nido”.

“Vogliamo offrire vere e proprie linee guida – ha precisato – senza imporre niente e nessuno, ma suggerendo percorsi alimentari virtuosi da ‘abbracciare’ da subito. In questo modo anche i genitori possono conoscere, apprendere e poi approfondire qualche semplice regola che aiuta ad abbracciare corretti stili di vita”. “La scienza dell’alimentazione per i piccoli – ha chiosato – è fondamentale. Utili e necessarie, quindi, linee guida, coerenza e un approccio che come Regione ci impegniamo a condividere e diffondere”. In Italia – secondo i dati riferiti dalla Regione – quasi il 20% dei bambini è in sovrappeso, e circa il 10% è obeso: questi numeri spiegano come mai sono in aumento patologie e problematiche che, se non combattute il prima possibile, possono mettere a dura prova il sistema sanitario”.

“Come pediatri, siamo pronti a fare la nostra parte per costruire un futuro diverso rispetto al passato, in cui il giovane pediatra interpreti la propria professione come un impegno sociale verso la salute dei più piccoli – ha rilevato il professor Gianluigi Marseglia, direttore della Scuola di specializzazione In Pediatria Università degli Studi di Pavia e presidente del Collegio Nazionale dei Direttori delle Scuole di Pediatria – e in questo contesto, il tema dell’alimentazione è centrale: i pediatri di domani avranno il compito di informare i genitori dei rischi, a breve e lungo termine, causati da un’alimentazione scorretta fin dai primi giorni di vita, soprattutto per l’insorgenza di allergie, obesità e patologie cronico-degenerative”. “Fare rete mettendo in sinergia gli sforzi tra mondo istituzionale, aziende, società scientifiche, società civile, operatori della filiera e giovani specialisti in formazione, con l’intento di condividere analisi per poi promuovere azioni concrete”.

E’ il traguardo che – secondo Luigi Cimmino Caserta, refente del ‘Programma Academy’, nato grazie alla partneship tra tutte le Scuole di specializzazione in Pediatria e Plasmon Gruppo Kraft Heinz – deve essere raggiunto. “Da tempo – ha concluso – dialoghiamo in modo costruttivo con le istituzioni nazionali e locali per dar vita a un modello di filiera agroalimentare ‘Made in Italy’ dedicata ai bambini 0-3 anni degli asili nido. Il lavoro attivato con la Regione Lombardia per aggiornare le linee guida della ristorazione scolastica dei più piccoli rappresenta una best practice per tutto il Paese”.(MiaNews)