Le donne della scienza al Pacta Salone.

0
629

Continua il Festival ScienzaInScena portando grandi donne di scienza sul palco del PACTA SALONE di Milano. Il 3 febbraio il recital MIA NONNA È UN’INGEGNERE, a cura di Giovanna Gabetta e Amelia Lentini con l’elaborazione scenica di Maria Eugenia D’Aquino, una produzione PACTA . dei Teatri con Soroptimist Internazionale d’Italia e AIDIA – Associazione Donne Ingegnere e Architetto: storie di ingegnere e architette che sfidando pregiudizi e luoghi comuni hanno svolto le loro professioni ad altissimo livello senza rinunciare a una vita piena e soddisfacente.

A seguire il 4 e 5 febbraio lo spettacolo LA PASSIONE DEI NUMERI. EMMY E SOFJA, STORIA DI DUE MATEMATICHE di Maria Rosa Panté con Sara Urban e la regia di Costanza Daffara per riflettere sul rapporto tra scienza e donne.

 

AL PACTA SALONE

  • 3 febbraio 2020 ore 20.45:

MIA NONNA È UN’INGEGNERE 

a cura di Giovanna Gabetta e Amelia Lentini

elaborazione scenica Maria Eugenia D’Aquino

collaborazione artistica Patrizia Zelioli

contributi biografici Laura Agnoletto

produzione PACTA . dei Teatri con Soroptimist Internazionale d’Italia e AIDIA – Associazione Donne Ingegnere e Architetto

inserito nel palinsesto 2020 del Comune di Milano “I TALENTI DELLE DONNE”

 

Tre generazioni di ingegnere, dal 1922. Maria Luisa Rastelli, sua figlia Elena Baj, sua nipote Giovanna Agnoletto, a partire da loro riviviamo le storie di ingegnere e architette che, sfidando pregiudizi e luoghi comuni, hanno svolto le loro professioni ad altissimo livello senza rinunciare a essere mamme, nonne, zie, sorelle: da Emma Strada, la prima ingegnere, a Maria Bortolotti, Adele Racheli, Giovanna Bakunin, Carla Maria Bassi, Alessandra Bonfanti, Ada Bursi…

Grazie alle testimonianze raccolte nelle pubblicazioni delle ingegnere Giovanna Gabetta, Amalia Lentini, Giulia Fasciolo.

 

  • 4 e 5 febbraio 2020 ore 20.45:

LA PASSIONE DEI NUMERI

EMMY E SOFJA, STORIA DI DUE MATEMATICHE 

di Maria Rosa Panté

con Sara Urban

regia Costanza Daffara

musiche originali Franco Enkil Barletta

allestimento e tecnica Luigi Gabriele Smiraglia

in collaborazione con Associazione Culturale Fiorile e Messidoro e con Casa Editrice Hoepli

inserito nel palinsesto 2020 del Comune di Milano “I TALENTI DELLE DONNE”

La storia di due matematiche: Sofja Kovalevskaja (1850-1891), “troppo bella per essere una scienziata”, e Emmy Noether (1882-1935), “troppo brutta per essere una donna”. Uno spettacolo di narrazione teatrale che nasce dal libro di Maria Rosa Panté, La scienza delle donne. Ricerca, teoremi e algoritmi al femminile, pubblicato nel 2017 da Hoepli. Lo spettacolo parte dagli stereotipi di genere per sfatarli e, raccontando le vite di due donne eccezionali, vissute fra Otto e Novecento, riflette sul rapporto tra scienza e donne: quasi che a rispecchiarsi sulla scena composta di specchi, siano volti diversi, nodi insoluti di ieri e di oggi, vite che hanno cercato nella passione per i numeri la realizzazione e la felicità. Una passione che ha contagiato non solo Emmy e Sofja, ma molte altre: Sophie, Florence, Maryam, Julia. Da ogni luogo e da ogni tempo.

 

Dopo lo spettacolo:

4 febbraio – ore 21.45: LA MATEMATICA NUOCE ALLA PROSTATA? Ovvero: perché i pregiudizi colpiscono quasi sempre le donne? con Valeria Palumbo, storica delle donne e giornalista Rcs e le protagoniste dello spettacolo Maria Rosa Panté, autrice, Sara Urban, attrice. E con il matrocinio dell’enciclopedia delle donne

Per secoli le donne sono state considerate inadatte a tutto. Contro ogni evidenza. Ma non si sono arrese. Il caso delle matematiche è tra i più eclatanti: dalle filosofe pitagoriche a Maryam Mirzakhani, prima donna a vincere la medaglia Fields, molte hanno sfidato ostacoli e pregiudizi.

 

5 febbraio – ore 21.45: SCIENZIANDO FRA LE STELLE

Pensieri in libertà su scienza e dintorni tra passato e presente con Adamantia Paizis, ricercatrice astronoma dell’INAF, campionessa italiana di scacchi e le protagoniste dello spettacolo.

 

Il Programma del Festival

Il Festival prosegue il 6 e 7 febbraio con PALE BLUE DOT – Pallido pallino blu, una produzione Jet Propulsion Theatre – Compagnia Arditodesìo, una storia sulla salvaguardia del Pianeta Terra. Chiude il Festival l’8 febbraio BLACK BLACK SKY 2020 performing universe una co-produzione PACTA . dei Teatri – Associazione Sosta Palmizi, dove uno scienziato, l’astrofisico Stefano Sandrelli, un danzatore, il coreografo di Sosta Palmizi Giorgio Rossi, e un’attrice, intrecciano i loro linguaggi per raccontare, a modo loro, l’universo. Il curioso terzetto si ‘sfida’ sulla scena in un bizzarro contest, per condurci il più lontano possibile nello spazio, dentro e fuori di noi.

 

INFO – PACTA SALONE – via Ulisse Dini 7, 20142 Milano

MM2 P.zza Abbiategrasso-Chiesa Rossa, tram 3 e 15, autobus 65, 79 e 230

Per informazioni: www.pacta.org– mail biglietteria@pacta.org- promozione@pacta.org- tel. 0236503740 – ufficio scuole: ufficioscuole@pacta.org

Orari spettacoli: da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 17.30, lunedì riposo – (PARAPIGLIA TeatroInFamiglia sabato o domenica ore 15.30) – (PACTAsoundZONE e altri appuntamenti programmati lunedì ore 20.45)

Orari biglietteria: dal lun al ven dalle ore 16.00 alle ore 19.00

nei giorni di spettacolo: dal mar al sab dalle 16 – dom dalle 15

Biglietti: Intero €24 | Rid. Convenzioni €16 | Under 25/over 60 €12 | CRAL e gruppi €12 (min. 10

persone) | gruppi scuola €9 | per gli spettacoli della rassegna pactaSOUNDzone intero €10 – ridotto €6 | per gli spettacoli della rassegna PARAPIGLIA biglietti €7 per tutti

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here