Laboratorio anticorruzione Upel a Varese.

0
352

Come è ben noto, gli enti locali – così come tutte le restanti amministrazioni – sono tenuti alla redazione del nuovo PTPCT 2020-2022, entro il 31 gennaio 2020 (possono essere esclusi solo i comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, i quali, nel dare atto dell’assenza di fatti corruttivi o di ipotesi di disfunzioni amministrative significative nel corso dell’ultimo anno, possono confermare il PTPCT già adottato, salvo comunque l’obbligo di adottare un nuovo Piano ogni tre anni).

L’Anac, con un recente comunicato, ha, tra l’altro, informato che, al fine di consentire ai Responsabili della Prevenzione della corruzione e della trasparenza di svolgere adeguatamente tutte le attività connesse alla predisposizione dei Piani triennali di prevenzione della corruzione e della trasparenza entro il 31 gennaio 2020, l’Autorità ha valutato opportuno anche quest’anno prorogare alla medesima data il termine ultimo per la predisposizione e la pubblicazione della Relazione annuale.

L’elaborazione del nuovo PTPCT deve muovere dal PNA 2019, recentemente approvato con Delibera n. 1064 del 13 novembre 2019, nel quale l’Anac ha deciso di intraprendere un percorso nuovo: rivedere e consolidare in un unico atto di indirizzo tutte le indicazioni fornite fino ad oggi, integrandole con orientamenti maturati nel corso del tempo e oggetto di appositi atti regolatori, con l’obiettivo di rendere il PNA uno strumento di lavoro utile per chi, a vari livelli, è chiamato a sviluppare ed attuare le misure di prevenzione della corruzione (richiamo testuale dal comunicato dell’Autorità). Al fine di supportare gli enti nella realizzazione di questo compito, si propone un’iniziativa formativa tendente a fornire tecniche e concrete modalità operative per la redazione del PTPCT.

Durante l’incontro di lunedì 13 gennaio alle ore 9.00 presso la sede UPEL di via Como 40 a Varese con il Dott. Andrea ANTELMI – Consulente Senior Esperto di Gestione organizzativa e delle risorse, parleremo di tecniche e concrete modalità operative per la redazione del piano triennale per la prevenzione della corruzione, alla luce del nuovo piano nazionale anticorruzione 2019.

Il nuovo PNA 2019 (Anac, Del. n. 1064 del 13 novembre 2019) fornisce chiare indicazioni rispetto all’elaborazione, allo sviluppo e all’attuazione le misure di prevenzione della corruzione.

Alla luce delle predette indicazioni, i prioritari obiettivi didattici del laboratorio, possono essere così sintetizzati:

  1. La redazione di un elenco/catalogo dei processi, raccordando questi ultimi alle diverse aree a rischio
  2. L’indicazione delle modalità per la descrizione/rappresentazione dei suddetti processi
  3. La redazione del registro dei rischi (identificazione degli eventi rischiosi per ciascun processo/fasi del processo) e relativa stima
  4. L’individuazione delle misure specifiche per ciascun evento rischioso
  5. Per concludere con la programmazione delle misure
  6. Saranno, infine, fornite metodologie per l’attività di monitoraggio e riesame delle misure e dell’efficacia complessiva del Piano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here