Ensemble Classica Trio in concerto domenica 9 al Conservatorio per Musica Maestri.

0
381
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

Fare musica è… divertirsi!

Questo l’imperativo con cui l’Ensemble Classica Trio, in scena domenica 9 febbraio per Musica Maestri!, si presenta al pubblico in ogni occasione di concerto.

 

Musiche originali e trascrizioni per trio, flauto, chitarra e mandolino: prosegue così la stagione dei docenti del Verdi di Milano che porta sul palco della Sala Puccini i fondatori dell’Ensemble Classica Trio, impegnati, insieme a Francesco Biraghi, nella presentazione di un programma di sola musica italiana.

 

 

 

Domenica 9 febbraio

Sala Puccini ore 18.00

 

Cantabilità italiana

 

Domenico Scarlatti (1685-1757)

Sonata in mi maggiore K 380*

Sonata in do maggiore K 159*

Ensemble Classica Trio

Romano Pucci flauto

Ivano Brambilla mandolino

Fabio Spruzzola chitarra

 

Ferdinando Carulli (1770-1841)

Duetto per due chitarre n. 3 op. 34

Francesco Biraghi e Fabio Spruzzola chitarre

 

Franco Margola (1908-1992)

Quattro episodi

Romano Pucci flauto – Fabio Spruzzola chitarra

 

Nino Rota (1911-1979)

Romeo e Giulietta

Amarcord*

Ensemble Classica Trio

Romano Pucci flauto

Ivano Brambilla clarinetto e mandolino

Fabio Spruzzola chitarra

 

Filippo Gragnani (1768-1820)

Quartetto op. 8

Ensemble Classica Trio

Romano Pucci flauto

Ivano Brambilla clarinetto

Fabio Spruzzola chitarra

con Francesco Biraghi chitarra

 

*Trascrizioni di Fabio Spruzzola

 

Ingresso al concerto libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

 

Romano Pucci, Ivano Brambilla e Fabio Spruzzola sono i tre artisti fondatori e il punto di partenza di Ensemble Classica, un progetto musicale articolato in varie formazioni (dal duo all’orchestra da camera) e dal vastissimo repertorio, composto da brani originali e particolari trascrizioni e arrangiamenti curati da Fabio Spruzzola.

Negli ultimi anni i musicisti di Ensemble Classica hanno portato l’affascinante voce dei loro diversi strumenti in ogni parte d’Italia e del mondo, dall’Europa all’Africa, all’Estremo Oriente e negli Stati Uniti. Hanno partecipato a varie trasmissioni televisive e radiofoniche della RAI e di emittenti straniere; ospiti musicali in importanti eventi come il Gran Galà-XLIV Maschera d’Argento 1995 e Telethon 1996; in occasione del Premio Nino Rota (Roma 1997) hanno presentato, accanto a Oriella Dorella, un particolare arrangiamento del balletto La strada.

Tra le centinaia di concerti si segnalano in particolare: i concerti tenuti in molti paesi europei come solisti con gli Archi della Scala negli anni Ottanta e Novanta, le tournée degli anni 2000 e 2001 nell’America centrale e nelle isole dei Caraibi, la prima delle quali patrocinata dalla nota rivista musicale Amadeus, i concerti di musica barocca tenuti in tutta Italia nel 2004, con il gruppo più volte protagonista anche sul palcoscenico del prestigioso Festival Barocco Internazionale di Viterbo. Sempre nel 2004 Ensemble Classica Trio ha avuto l’onore di tenere un concerto nella sala dove sono custoditi i Bronzi di Riace, presso il Museo Nazionale di Reggio Calabria, notevole successo anche per le tournée degli anni 2007, 2011, 2013, 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019 in Giappone, concerti in Arabia Saudita del novembre 2016. Negli anni 2016, 2017 e 2018 concerti in Svizzera e in Italia con un programma basato su originali adattamenti di musiche italiane per Ensemble Classica Trio e Coro da camera.

L’unanime consenso di critica e pubblico è dovuto a qualità interpretative quali chiarezza ed eleganza dell’esposizione musicale, unita a una tecnica brillante e mai fine e se stessa, ma anche a programmi pensati per divertire l’uditorio. E i primi a divertirsi sono gli stessi esecutori, che amano presentare le frasi musicali con ironia e simpatia, consapevoli del fatto che, aldilà della perizia strumentale, è indispensabile comunicare al pubblico sensazioni di serenità e piacevolezza.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here