Le assicurazioni online hanno costituito un importante traino per il settore assicurativo e nel 2022, dopo due anni decisamente travagliati, stanno fungendo da motore per la ripresa, sia nel ramo vita che nel ramo danni.

Il settore più importante rimane, obiettivamente, quello RC Auto poiché riguarda la sicurezza di milioni di automobilisti, ma anche per via di un calo significativo dovuto alla pandemia e ai suoi effetti ancora da analizzare sulla vasta popolazione di automobilisti e guidatori di veicoli su ruote.

I numeri degli ultimi anni sono stati condizionati dal taglio di nuove immatricolazioni e passaggi di proprietà; il fronte RCA ha resistito grazie a interventi in emergenza del Governo, come la proroga di ulteriori 15 giorni del periodo di comporto (o di tolleranza) di 15 giorni delle polizze in scadenza/scadute tra il 21 febbraio e il 31 luglio 2020, ad esempio.

Ma a breve ci si attende un rilancio del settore.
Di certo la situazione di adesso vede tante incognite ma una certezza: il mercato delle cosiddette “assicurazioni online” è decisamente protagonista grazie alla svolta digitale finalmente patrimonio degli Italiani.

Certamente bisogna operare con attenzione, ma non per via della mancata affidabilità, dato che, va ricordato, le assicurazioni online sono sottoposte agli stessi controlli e alla stessa normativa delle assicurazioni tradizionali e godono delle stesse autorizzazioni per operare nel mercato; quello a cui bisogna fare attenzione sono le truffe e la disinformazione di assicurazioni improvvisate.

ConTe.it, importante distributore online di polizze assicurative, ha redatto una sorta di vademecum in aiuto dei consumatori per evitare che questi ultimi rimangano vittime di truffe con un esborso di denaro che non avrà alcun esito ai fini assicurativi.

Le assicurazioni serie e realmente operanti nel settore online sono anch’esse colpite da questo fenomeno delle truffe, in quanto un cliente convinto di essere assicurato e, invece, sanzionato per violazione dell’obbligo di stipula dell’RCA, sicuramente svilupperebbe un timore verso i servizi online.

Occorre ricordare che l’automobilista senza assicurazione rischia di essere multato per un importo pari ad una somma compresa tra un minimo di € 866 fino ad un massimo di € 3.464.

Per questa ragione ConTe.it ha avviato sul proprio portale una campagna informativa sottolineando, tra le altre cose, l’importanza di:
1) affidarsi a siti noti e ben conosciuti, sui quali valutare correttamente la scelta migliore per la propria assicurazione auto e facendo attenzione ai metodi di pagamento richiesti (es., i pagamenti a favore di carte di credito o prepagate ricaricabili sono irregolari);

2) controllare che il sito tramite il quale si vuole sottoscrivere una polizza non sia presente nell’elenco dei siti irregolari dell’IVASS.

Con questi due semplici accorgimenti, che però non sono gli unici, diventa più semplice accertare la regolarità di un’assicurazione online.