Un confronto sul tema delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi di Milano-Cortina 2026 per individuare i prossimi step e le sfide che dovranno affrontare le imprese e il territorio. Con questo obiettivo si è svolto oggi il Consiglio Direttivo di Assolombarda, nel quale il Presidente Alessandro Spada e più di 40 imprenditori hanno incontrato Giuseppe Sala, Sindaco di Milano, e Vincenzo Novari, Amministratore Delegato di Fondazione Milano Cortina 2026.

L’incontro di oggi è stata l’occasione per un inquadramento puntuale di quali sono le opportunità, gli eventi e le occasioni di partecipazione per le nostre imprese a Milano-Cortina 2026 – ha commentato Alessandro Spada, Presidente di Assolombarda -.  Le Olimpiadi e le Paralimpiadi, come è stato per Expo 2015, sono un grande evento catalizzatore di opportunità per gli investimenti pubblici e privati e di rigenerazione del territorio, con un impatto stimato in circa 2 miliardi di valore aggiunto. Rappresentano, inoltre, un volano di attrattività internazionale e un’occasione strategica di posizionamento del brand “Milano”, oltre ad essere un appuntamento imperdibile per il rafforzamento delle infrastrutture locali. Sono, infine, il simbolo dell’unità e dell’interconnessione tra diverse culture, valori da ricordare in un momento di crisi internazionale come quello che stiamo vivendo”.

“Confrontarsi con il mondo delle imprese è di grande aiuto per gli amministratori locali – ha affermato Giuseppe Sala, Sindaco di Milano –. Anche oggi è stato così: da questo incontro è emerso quanto le nostre aziende desiderino ancora essere protagoniste dei grandi eventi internazionali che coinvolgono la città. Come è stato per Expo 2015, i Giochi Olimpici e Paralimpici invernali Milano-Cortina 2026 segneranno un nuovo momento di crescita per Milano e per le realtà del territorio. Le Olimpiadi non solo attraggono pubblico – di appassionati, sportivi e turisti – ma anche investimenti. Ciò che costruiremo in questi anni, a cominciare dagli impianti sportivi, resterà alla città, a testimonianza dell’impegno profuso da tutto il sistema imprenditoriale, produttivo, economico e sociale di cui Milano è portavoce. Per questo motivo, la collaborazione tra pubblico e privato sarà strategica per preparare la città e il Paese ad ospitare in modo sostenibile e sicuro gli atleti, le nazioni e i tifosi che prenderanno parte alle Olimpiadi”.

“Sono orgoglioso – ha dichiarato Vincenzo Novari, CEO della Fondazione Milano Cortina 2026 di aver presentato il progetto di Milano Cortina 2026 al Consiglio Direttivo dell’Assolombarda, la più importante associazione, per dimensioni e rappresentatività, di Confindustria. La sfida di organizzare dei Giochi sostenibili, senza pesare sulle tasche degli italiani, è entusiasmante e, allo stesso tempo, complessa: solo attraverso la collaborazione con il sistema privato saremo in grado di centrare i nostri obiettivi. La Fondazione quindi, guarda al mondo delle imprese con serietà e attenzione, consapevole delle opportunità che è in grado di generare e certa che le Olimpiadi e le Paralimpiadi rappresentino un’imperdibile occasione per il rilancio dell’intero Sistema Paese. Un evento globale che catalizzerà l’attenzione mediatica del mondo, rinnovando il ruolo di primo piano che l’Italia, e Milano in particolare, hanno già saputo interpretare con successo nel recente passato”.