Borsa, partenza frenata poi ripresa.

161
La Borsa di Milano. ANSA / Massimo Lapenda

Piazza Affari accelera uscendo dalle secche di un’apertura poco mossa, L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,23% a 22.538 punti, mentre il differenziale tra Btp italiani e Bund decennali tedeschi risale sopra quota 211 punti, con il rendimento annuo italiano in calo di 2,3 punti al 3%.

In linea con le stime l’inflazione italiana in luglio.

Acquisti su Pirelli (+1,43%), sull’onda lunga della trimestrale, Bper (+1,29%), Generali (+1%) e Prysmian (+0,86%).

Proseguono le prese di beneficio su Saras (-2,46%), spinta nella vigilia dal greggio, che oggi arrretra sotto quota 90 dollari al barile. Contrastate Tenaris (-0,2%) ed Eni (+0,33%). Debole Moncler (-1,44%) insieme al resto del comparto del lusso in Europa per le restrizioni anticovid ad Hong Kong. Lievi rialzi per Unicredit (+0,28%) e Intesa (+0,32%), in calo speculare invece Banco Bpm (-0,23%). (ANSA).