Ritratti, appuntamento sabato 3 all’Auditorium Lattuada con l’ensemble Icarus vs Muzak.

105

La seconda edizione di Ritratti, rassegna di concerti monografici pomeridiani dedicati a compositori di generazioni e poetiche differenti, a giovani emergenti e a singoli protagonisti della musica d’oggi o a specifici contesti nazionali e culturali del panorama contemporaneo, è uno dei numerosi progetti con cui la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano, nata esattamente nel dicembre 1862, prosegue le celebrazioni per il suo 160° anno di vita. Mutuato dall’ambito pittorico, Ritratti tratteggia la fisionomia di alcuni tra i massimi esponenti, viventi, della musica di ricerca.

Dopo l’omaggio a Salvatore Sciarrino e il concerto dedicato al decennale del duo Francesco Dillon/Emanuele Torquati, il terzo ritratto, collettivo, prevede l’esecuzione il 3 dicembre di alcuni tra i brani più significativi della musica contemporanea.

Il titolo, Trash TV Trance, fa riferimento al celebre pezzo per chitarra elettrica composto per Tom Pawels del 2002 da Fausto Romitelli. 

Nel brano, dall’impatto potente, sono espressi, a partire proprio dal titolo, alcuni temi centrali dell’estetica dell’autore, come l’esperienza elettroacustica e il trattamento degli spettri sonori. La giornata presenta anche opere di Sylvano Bussotti, di cui si eseguiranno i 5 pezzi per David Tudor (1959) per pianoforte; un brano di Marco Longo, il recentissimo Canto d’ombra (2022); due pezzi di Alessandro Solbiati, Sottovoci per chitarra del 2016 e lo Studio V del 2017, sempre per chitarra; infine Primes Seventeen (2010-14) per chitarra elettrica, percussioni ed elettronica di Riccardo Nova.

 

Gli altri concerti 

Il ritratto del 21 dicembre è interamente dedicato a Giacomo Manzoni, che ha recentemente tagliato il traguardo dei novant’anni. La Civica Scuola di Musica Claudio Abbado festeggia, nella sede di Villa Simonetta, il compleanno del grande compositore, presente per la ricorrenza, con l’intervento di musicisti, artisti e con un omaggio degli studenti della Scuola.

___________________________________________

È l’ensemble Icarus vs Muzak, prosecuzione di Icarus Junior, prima formazione giovanile fondata e seguita dall’Icarus Ensemble nel 2007, a interpretare in ogni appuntamento le composizioni in programma.

Ritratto – 3

Trash Tv Trance  3 dicembre 2022Auditorium Lattuada MI, ore 17.00

_____________

Sylvano Bussotti, 5 pezzi per David Tudor (1959) per pianoforte 

Marco Longo, Canto d’ombra (2022) per chitarra elettrica, pianoforte e percussioni amplificate 

Fausto Romitelli, Trash TV Trance (2002) per chitarra elettrica 

Alessandro Solbiati, Sottovoci (2016) per chitarra 

Studio V (2017) per chitarra 

Riccardo Nova, Primes Seventeen (2010-14) per chitarra elettrica, percussioni ed elettronica 

Trio Icarus vs Muzak 

chitarra elettrica, percussioni e pianoforte

Giorgio Genta, chitarra 

Francesco Pedrazzini, percussioni 

Diego Petrella, pianoforte 

Icarus vs Muzak è la prosecuzione della fortunata esperienza di Icarus Junior, formazione giovanile fondata da Icarus Ensemble nel 2007 che si é esibita a San Francisco (Spring Festival of the Bay Area), alla Biennale di Zagabria del 2009, a Digione, Cairo e Alessandria d’Egitto, Belfort, oltre a moltissime città italiane. Nel 2017 inizia una residenza presso l’Accademia di Brera tuttora in corso in collaborazione con gli Amici di Musica/Realtà che si traduce nel Festival Suono e Arte di cui cura la direzione artistica. Sinestesie è stato realizzato per l’Open Day dell’Accademia in collaborazione con la Pinacoteca di Brera con repliche a Reggio Emilia e Bologna. Diversi programmi tematici sono stati dedicati al repertorio contemporaneo. Nel 2018 Icarus vs Muzak ha rappresentato l’Accademia di Brera all’interno di un progetto del Miur promosso dal Ministero dei Beni Culturali a Venezia. Del 2020 la partecipazione a RIGENERA, un programma dedicato al rapporto tra Musica e Architettura. L’ensemble vinto il bando del Ministero degli affari esteri “Vivere all’Italiana in Musica” per la diffusione della musica italiana nel mondo. Dal 2020 presenta una serie intitolata Ritratti, monografie dedicate ai compositori che partecipano personalmente alla propria presentazione. Nel 2021 è stato presente nella Macedonia del Nord, nel 2022 ha realizzato con ROPA (Roberto Olivan Performing Art) quattro repliche del balletto Gold presso il Mercat del flors Casa de la Dansa di Bercellona, e sarà al Festival Cervantino di Guanajuato in Messico e al Festival Gaida di Vilnius. Ad aprile 2023 parteciperà alla Biennale di Zagabria. Tra le produzioni multimediali il video Rigenera dedicato al rapporto Musica e Architettura, Elecrtomuzak sull’elettronica e la multimedialità di ultima generazione. Codice incanto è stato vincitore del bando MAECI. la formazione ha realizzato tre CD dedicati alla presenza dell’antico nella contemporaneità editi da Da Vinci.