La rockstar Marvin Lee Aday, celebre come Meat Loaf, è morto a 74 anni. L’annuncio sulla sua pagina social. “Abbiamo il cuore spezzato nell’annunciare che l’incomparabile Meat Loaf è morto stasera con al fianco sua moglie Deborah, le figlie Pearl e Amanda e gli amici più cari con lui nelle ultime 24 ore. La sua straordinaria carriera ha attraversato sei decenni che lo hanno visto vendere oltre 100 milioni di album in tutto il mondo e recitare in oltre 65 film, tra cui ”Fight Club”, ”Focus”, ”Rocky Horror Picture Show” e ”Wayne’s World”. Il suo ”Bat Out of Hell”, il disco del 1977, rimane uno dei 10 album più venduti di tutti i tempi”. Secondo fonti del sito americano Tmz sarebbe morto dopo aver contratto il Covid 19, non è chiaro se fosse vaccinato.

Nato a Dallas il 27 settembre 1947 con il nome Marvin Lee Aday, ha vinto un Grammy nel 1993 con ”Bat Out of Hell II: Back into Hell”. Per il brano ”I’d Do Anything for Love (But I Won’t Do That)” ottenne il Grammy Award per la migliore performance vocale. Apparso in una lunghissima lista di show, tra cinema e tv, è stato anche attore. Ha recitato in ”Rocky Horror Picture Show”, dove interpretò Eddie, il nipote del Dottor Scott, e dove cantò ”Hot Patootie/Bless My Soul”, poi il padre di Jack Black in ”Tenacious D e il destino del rock” partecipando anche a un episodio della serie americana ”Master of horror” in cui era un pellicciaio nell’episodio diretto da Dario Argento.

Alcuni mesi fa aveva annunciato che avrebbe realizzato un reality d’amore che si ispirava direttamente al suo brano più celebre, una sorta di gioco delle coppie, un progetto che aveva lasciato un po’ perplessi ma non stupito più di tanto poiché il musicista non era nuovo a queste incursioni. Nel 2011 era apparso come concorrente della versione americana di ”The Apprentice”. (Repubblica.it)