Carpenter inaugura organo a Milano

2709

E’ stato il primo a rivoluzionare la storia millenaria dell’organo monumentale, rendendolo trasportabile, con il brevetto ITO (International Touring Organ) finanziato tramite crowdfunding. Come se non bastasse, nel suo campo è il musicista più controverso del momento, anche per la sua totale libertà sessuale (si definisce ‘sessualmente inclusivo’): Cameron Carpenter, forse il più grande organista vivente, arriva a Milano il 17 maggio per inaugurare l’organo che completa il percorso di restauro e conversione in sala da concerti della chiesa di San Carlo in Lazzaretto. Il ricavato del concerto andrà alla Fondazione Humanitas per la Ricerca.
Carpenter, che si è formato alla prestigiosa Juilliard di New York e si è imposto prestissimo come virtuoso della tastiera, a Milano si esibirà su un organo con 1800 canne, progettato da Martino Lurani Cernuschi, in un repertorio prevalentemente bachiano, suo cavallo di battaglia, con incursioni novecentesche.