Borsa, chiusura settimanale cauta.

777
La Borsa di Milano. ANSA / Massimo Lapenda

La Borsa di Milano (+0,2%) prosegue in terreno positivo, in controtendenza rispetto agli altri listini europei.

A Piazza Affari deboli le banche e l’energia mentre corrono Tim (+4,4%), alle prese con il riassetto e l’interesse degli investitori, e Generali (+1,7%), nel giorno della presentazione del programma presentato dalla lista di candidati del gruppo Caltagirone.

Lo spread tra Btp e Bund prosegue a 151 punti, con il rendimento del decennale italiano al 2,02%.

Andamento positivo anche per Saipem (+1,3%), con l’approvazione dell’aumento di capitale da 2 miliardi e la manovra finanziaria per risanare i conti. Marciano in positivo anche Campari (+2,3%) e Terna (+2,4%). In terreno positivo le utility con Hera (+2%), Italgas (+0,7%), A2a (+0,6%), Enel (+0,9%).
Seduta in calo per Poste (-1,7%). Male anche Mediobanca (-1,1%), Unicrredit (-0,9%), Bper (-0,6%), Intesa (-0,5%). Sul listino principale pesa l’andamento di Eni (-1,1%) e Tenaris (-1,2%). (ANSA).