Il Barolo Bussia 2015 dei Poderi Luigi Einaudi protagonista al Prowein di Dusseldorf.

0
186

La storica Cantina – fondata nel 1897 a Dogliani dal primo presidente della Repubblica democraticamente eletto, Luigi Einaudi, e oggi guidata da Matteo Sardagna Einaudi, quarta generazione della famiglia – torna anche quest’anno a Prowein. Dal 17 al 20 marzo sarà tra i protagonisti della manifestazione enoica di Dusseldorf, una vetrina fondamentale per presentare il meglio delle proprie etichette, con l’obiettivo di promuovere – a livello nazionale e internazionale – il Barolo e il suo territorio di origine.

 

Poderi Luigi Einaudi sarà presente presso lo stand “DEDITUS, Vignaioli piemontesi”, insieme ad altre due realtà aziendali della regione, mettendo in atto un’importante sinergia territoriale e per affermare l’unicità e la ricchezza di alcune produzioni. La Cantina infatti prosegue da alcuni anni quello che ha definito “Progetto Barolo”, alla ricerca dell’eccellenza legata a questo Cru. La volontà dell’azienda è di investire nel proprio territorio, enfatizzando il senso profondo del concetto di “cru” e il valore e l’individualità d’ogni singola vigna.

 

La fiera di Dusseldorf è dunque la migliore occasione per presentare in anteprima assoluta il Barolo Bussia, annata 2015, il risultato in bottiglia delle omonima Vigna in Monforte D’alba, recentemente acquistata. Il terroir di Bussia, con una distinta nota minerale, dona al vino grande struttura e colore intenso, tannini netti e avvolgenti con un lungo e consistente retrogusto. Al naso rivela sentori di frutti rossi – lampone e melograno molto maturo – con note speziate e balsamiche. Un vino che si presta a un lungo invecchiamento in bottiglia – anche 30 anni  –. A oggi la produzione è di 7.000 bottiglie. Non resta che degustarlo.

 

Al Prowein sarà possibile degustare – oltre al Bussia – altri vini della Cantina: il Barolo Ludo,  delle singole sottozone da cui provengono le uve che lo compongono, in particolare la potenza di Bussia  addolcita dall’eleganza di Cannubi in un perfetto equilibrio garantito da Terlo. Il Cannubi, un Barolo elegante e ancora il Dogliani Docg, Dogliani Docg Vigna Tecc 2017, il Langhe Doc Barbera 2017 e il Langhe Doc Luigi Einaudi.

 

Con i suoi 60 ettari, Poderi Luigi Einaudi vanta una gamma differenziata di vini, le cui uve provengono da vigneti di proprietà posti nelle migliori posizioni della Langa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here