E’ di 25 giocatori l’indicazione della rosa delle squadre di calcio, sulla quale calcolare la percentuale di giocatori positivi per il nuovo protocollo utilizzato per affrontare l’emergenza Coronavirus. Lo ha stabilito – secondo quanto riportato dall’ANSA – la FIGC.

Di conseguenza, stando a questa indicazione, è di nove giocatori positivi il limite che fa scattare lo stop a tutta la squadra e che porterebbe di conseguenza al rinvio di una partita. Una decisione che – nella speranza degli addetti ai lavori – potrà quantomeno garantire uniformità sulle decisioni relative agli incontri non disputati.

Il nuovo protocollo anti-Covid, approvato dal Cts e ufficializzato ieri dalla circolare del Ministero della Salute, prevede infatti che con un numero di atleti positivi fino al 35%, o contagiati siano messi in isolamento e i contatti stretti vengano sottoposti a tamponi antigenici per cinque giorni, con uno a 4 ore dalla gara. Superata invece la soglia del 35% di atleti positivi, tutto il gruppo squadra è bloccato.

A dover definire il “gruppo atleti” è la federazione, e la FIGC ha deliberato di far riferimento ai suoi precedenti regolamenti: per le squadre di Serie A, B e C, il “gruppo atleti” è di 25 giocatori. La soglia del 35% si supera dunque alla nona positività.