Non basta Piatek, Milan fermato in casa dall’Udinese, Donnarumma e Paquetà in forte dubbio per la Juve.

0
683
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

Milan e Udinese pareggiano 1-1 nel primo anticipo della 30/a giornata del campionato di serie A. Un risultato che, dopo le due sconfitte consecutive con Inter e Samp, conferma il momento poco brillante dei rossoneri. Il gol di Piatek nel finale del primo tempo illude San Siro che le cose si possano mettere bene, anche se i segnali non erano per nulla incoraggianti e a rendere il tutto più difficile sono venuti anche gli infortuni di Donnarumma e Paqueta, sostituiti rispettivamente da Reina e Catillejo. L’Udinese nella ripresa è più aggressiva e Lasagna al 19′ trova il meritato pareggio.

Nell’ultima mezz’ora di gioco il Milan spinge ma senza creare occasioni limpide, rischiando più di una volta in contropiede.

Ancora quarti, i rossoneri sono però ora nel mirino di Lazio, Atalanta e Roma e sabato saranno ospiti in casa della Juve dove vincere non sarà facile. L’Udinese sale a quota 29 ma soprattutto acquista un po’ di fiducia nella corsa-salvezza.

“E’ un momento così. Tante volte è facile parlare di schemi, li stiamo provando un po’ tutti, non bisogna mollare, non bisogna arrendersi. A livello fisico abbiamo fatto fatica, nel secondo tempo ho visto una squadra molle”: così Rino Gattuso ha commentato a caldo il pareggio del suo Milan contro l’Udinese. “Non bisogna mollare, bisogna levare la paura, stiamo giocando con il freno a mano tirato, a livello tecnico e mentale”, ha aggiunto l’allenatore ai microfoni di Sky Sport.

A peggiorare il bilancio del Milan dopo l’1-1 contro l’Udinese ci sono anche gli infortuni di Lucas Paquetà (distorsione alla caviglia destra) e Gianluigi Donnarumma (problema muscolare alla coscia destra), a rischio per la sfida di sabato con la Juventus. “E’ stata una brutta distorsione, domani lo valutiamo”, ha detto Rino Gattuso a proposito del brasiliano, che ha lasciato San Siro con le stampelle. “Domani valuteremo anche Donnarumma”, ha aggiunto l’allenatore, che ha dovuto fare a meno di Franck Kessie e ha lasciato in panchina l’acciaccato Jesus Suso. (ANSA)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here