20 Vespa da Milano alla Norvegia per raccontare dei migranti minorenni soli

Giovedì 4 luglio alle 21:00, presso lo spazio di the Mill – Le passioni generano idee in via Cappuccio 5, verrà presentata la spedizione “Freccia Rossa 2024 – On the Road to Solidarity”.

Si tratta di un’impresa scout organizzata in occasione del 75° anniversario del Raid Milano-Oslo, conosciuto come Freccia Rossa della Bontà, con cui dei rover (gli scout tra i 17 e 21 anni) viaggiarono con 25 motoleggere Guzzi da 65cc attraverso l’Europa ancora devastata dalla guerra per portare un messaggio di pace: quello di bambini e bambine mutilati dalle bombe o dalla poliomielite accuditi dal Beato don Carlo gnocchi.

Quest’anno si andrà di nuovo in Norvegia, a Stavanger, per l’incontro internazionale dello scautismo europeo, il Roverway. È questa l’occasione che ha messo in moto l’organizzazione di questa nuova avventura che si prefigge, come nel 1949, di “dare voce a chi non ha voce”: i minori stranieri non accompagnati. Si tratta di ragazzi, spesso coetanei dei nostri scout, che ben altri viaggi devono affrontare e in ben altre condizioni.

L’impresa è già di per sé internazionale: prima ancora di attraversare Strasburgo, Bruxelles o l’Aia infatti, alla guida delle 20 Vespa 125cc ci saranno scout italiani, libanesi, senegalesi, ivoriani, burkinabè e ciadiani. La partenza è prevista per venerdì 19 luglio alle 9:00 dal Cortile della Rocchetta del Castello Sforzesco, mentre l’arrivo a Stavanger sarà nel pomeriggio del 28 luglio.

La spedizione è totalmente autofinanziata grazie a donatori e sponsor privati. Per maggiori informazioni o per contribuire si può visitare il sito lafrecciarossa.net o i canali social @frecciarossascout