Milan, ancora un pari esterno, Maignan para un rigore a Berardi. Sabato è già derby.

140
epa10147708 AC Milan's goalkeeper Mike Maignan in action during the Italian Serie A soccer match US Sassuolo vs AC Milan at Mapei Stadium in Reggio Emilia, Italy, 30 August 2022. EPA/SERENA CAMPANINI

Sassuolo e Milan pareggiano 0-0 nel primo anticipo della quarta giornata del campionato, risultato che porta i rossoneri a 8 punti in classifica esponendoli al sorpasso di tante altre squadre.

Buona prova degli emiliani di Dionisi, ora a quota 5, che hanno avuto la migliore occasione per vincere la gara, quando Berardi nel primo tempo ha avuto a disposizione un rigore per un fallo su Kyriakopoulos: l’attaccante neroverde si è però fatto parare il tiro da Maignan.

La prodezza del portiere non ha ispirato i rossoneri, incapaci nei restanti 70′ abbondanti di superare l’attenta difesa dei padroni di casa. (ANSA).

Intervistato a DAZN dopo il pareggio con il Sassuolo, Stefano Pioli ha commentato così la gara: “È mancata lucidità, bisogna leggere meglio le situazioni e cosa concede l’avversario. Eravamo partiti bene, poi il Sassuolo si è abbassato e abbiamo messo troppa frenesia, soprattutto nei movimenti. La partita è diventata sporca, è mancato ritmo”.

Su De Ketelaere: “Con Origi e Rebic avremmo avuto più soluzioni. De Ketelaere ha fatto già l’attaccante.  Dal 70esimo in poi abbiamo giocato come se mancasse un minuto”.

Sull’avversario: “L’Atalanta l’abbiamo costretta noi ad abbassarsi, prima avevano provato a venirci a prendere. Col Sassuolo avevamo spazi, poi si sono abbassati ed è cambiata la partita. Abbiamo concesso anche qualche ripartenza di troppo, e una squadra matura dovrebbe gestire meglio certe situazioni”.

Cosa è mancato: “A volte avevamo cinque giocatori prondi ad andare in profondità, ne bastano due. Avevamo troppa voglia di vincere e fare la partita, quindi questo fa perdere lucidità. Oggi non mi è piaciuta la partita, troppi mezzi falli e tanti fischi”

Sulla partita: “I ragazzi sono consapevoli delle difficoltà avute. Perdere troppo tempo ad analizzare la partita già finita non è un mio obiettivo, nel derby sarà tutta un’altra gara. Dobbiamo prepararla bene al livello tattico e fisico. Volevo fare più rotazioni oggi ma oggi mi sono mancati diversi giocatori”.

Sul derby: “Questo risultato non scalda ancora di più il derby. Il derby è il derby, va al di là della classifica. Conosciamo l’importanza della partita e la prepareremo come va preparata”.