Dopo tre sconfitte di fila (4 con quella contro il Lipsia in Europa League), la Dea ritrova la vittoria battendo 3-1 i veneti. Aspettando i risultati della 34^ giornata, i nerazzurri tornano all’assalto dell’Europa a -2 da Lazio e Fiorentina.

In avvio gol annullato ad Henry, Palomino fermato dal palo mentre Ceccaroni è salvato dalla traversa.

La sblocca Pasalic dopo la traversa di Muriel, che serve l’assist del bis a Zapata e firma il tris dopo aver colpito anche un palo.

Inutile la rete di Crnigoj, ottavo ko consecutivo per il Venezia ultimo.

Non parla Gian Piero Gasperini dopo la vittoria per 3-1 dell’Atalanta contro il Venezia ma al Penzo, a DAZN, si presenta davanti ai microfoni il suo vice Tullio Gritti. “Le sconfitte avevano cominciato a creare bisbigli negativi, ci era mancata qualità davanti. Però se recuperi Zapata e Muriel così, si ritorna a vedere l’Atalanta che era e torniamo a far gol. E’ una boccata d’ossigeno per il morale, siamo di nuovo vicino alle piazze dove vorremmo stare”.
Quanto vi è mancato Zapata?
“Di attaccanti come lui non ne abbiamo, abbina forza a tecnica, se ti manca per tanto tempo uno così è pesante. Anche Muriel, se gioca accanto a lui, rende di più. Si è visto nel girone d’andata con Duvan abbiamo fatto il record di punti: poi hai dei problemi d’infortuni che non quantifichi ma siamo ripartiti bene adesso, ci divertiremo ancora”.
Gasperini è soddisfatto?
“Lo era anche per qualche gara persa. L’episodio negativo ti toglie tutto quel che di buono puoi aver fatto. Lo valuti ma l’Atalanta non era mai mancata tanto sul piano del gioco”.
Quante chance ci sono in ottica Europa?
“Cinque partite alla morte, ci sono scontri diretti delle altre. Ci crediamo fino alla fine finché qualcuno non ci dirà che non ci siamo”.