Triennale Estate, gli appuntamenti della prossima settimana.

176

24 – 29 maggio

24 maggio

19.00 Polifonic, High Vibe Music & Arts Festival
In collaborazione con Asian Fake e Palace Agenzia
Concerto a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Anteprima del Festival in Milan, che si terrà all’inizio di giugno 2022. La serata si apre con GINEVRA, una delle artiste più interessanti della scena italiana e parte della famiglia Asian Fake, il label dietro il suo ultimo EP Metropoli. A seguire, il DJ, produttore e cantante canadese Jessy Lanza per l’unica data italiana del suo US/EU 22 Tour dopo l’uscita del suo progetto DJ KICKS. In chiusura il DJ set di Lele Sacchi feat. Funk Rimini come Stolen Goods Records.

25 maggio

10.00 Triennale Radio Show
Evento online
Proseguono gli appuntamenti radiofonici in collaborazione con Radio Raheem. Damiano Gullì, curatore per l’Arte contemporanea e il Public Program di Triennale Milano, sarà in dialogo con Carla Morogallo, Direttrice Generale di Triennale Milano.

18.00 Presentazione libro | Franca Ghitti: La figura e l’opera
Nel 2020 presso l’Accademia di Brera si è tenuto un convegno di studi su Franca Ghitti. Oggi, a due anni da quelle giornate di studio, vengono pubblicati in un volume della SilvanaEditoriale: Franca Ghitti. La figura e l’opera. Atti del Convegno dell’Accademia di Brera, a cura di Elena Pontiggia. Un’iniziativa realizzata in collaborazione con la Fondazione Archivio Franca Ghitti. Sono previsti gli interventi degli autori: Elena Pontiggia, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano; Giovanni Cadeo, architetto; Cecilia De Carli, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano; Lorella Giudici, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano; Fausto Lorenzi, giornalista; Luca Pietro Nicoletti, Università degli Studi di Udine; Francesco Tedeschi, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano.

18.00 Generare valore per il territorio
In collaborazione con ABADIR – Accademia di Design e Comunicazione Visiva
Generare valore per il territorio è l’obiettivo di ABADIR – Accademia di Design e Comunicazione Visiva. L’istituto situato alle pendici dell’Etna presenta i suoi master e il suo approccio unico. Il Master Mater Matuta in studi curatoriali, filosofici, con approccio mediterraneo, è diretto da Leonardo Caffo e in collaborazione con istituzioni curatoriali, e editoriali, museali italiane e internazionali. Il Master Heritage Innovation nasce per ripensare il progetto culturale a partire dalle specificità dei territori e dai loro ritmi vitali; è un percorso didattico ibrido ideato da Germano Centorbi e Salvatore Peluso. Insieme ai direttori del Master e alla direttrice di ABADIR Lucia Giuliano interverranno: LA NIÑA, cantautrice napoletana, Damiano Gullì, curatore per Arte contemporanea e Public Program di Triennale Milano, e Cristiano Seganfreddo, Editore della Rivista e Casa Editrice Flash Art.

26 maggio

10.00 Progetto laboratoriale | Dance Well – Ricerca e movimento per il Parkinson
Su iscrizione, per maggiori informazioni: triennale.org
Triennale Milano presenta Dance Well: un’iniziativa per promuovere la pratica della danza contemporanea in spazi museali e contesti artistici, che si rivolge principalmente, ma non esclusivamente, a persone che vivono con il Parkinson. Le classi si tengono tutti i giovedì mattina fino alla fine dell’anno. La partecipazione è aperta a chiunque.

18.30 Sconosciuto / Sconosciuti | Becoming Undead
Con il supporto di Franklin Templeton
Stiamo diventando non-morti? Gli assemblaggi della tecnologia e del capitale ci stanno trasformando in corpi senza autonomia, in gusci “meno-che-umani”? L’incontro affronterà il tema dei non morti – vampiri, fantasmi e zombie – come figure generative. Tali figure saranno usate come metafore per riflettere diverse sfumature della condizione umana contemporanea. Il fantasma vuole portare indietro l’orologio e tornare alla gloria precedente. Con: Julieta Aranda, artista, Emanuele Coccia, filosofo, professore presso l’École des hautes études en sciences sociales, Eben Kirksey, Ph.D. Associate Professor (Research), Alfred Deakin Institute, ed Elizabeth Povinelli, Franz Boas Professor of Anthropology and Gender Studies, Columbia University.

18.30 La luce che bagna Napoli
Nel libro di Barbara di Castri, edito da Aracne editrice con le foto di Paolo Galli Zugaro, Napoli diventa un grande palcoscenico millenario illuminato dalla luce dorata e calda del Mediterraneo dove si muovono i personaggi che hanno scritto le grandi e le piccole storie della città. Dai sovrani illuminati Carlo e Ferdinando di Borbone alle maschere della commedia dell’arte come Pulcinella, gli ambulanti di strada con la loro filosofia spicciola e gli esponenti della grande tradizione medica napoletana come Giuseppe Moscati. Sono uomini che si muovono fra i vicoli e le grandi architetture partenopee. Non si tralasciano la poesia, l’arte e la musica come le zone di dolore quali il carcere minorile di Nisida o Poggioreale e i quartieri difficili come Scampia.

19.30 DJ set di Paula Ferri Carazo
Tutte le settimane speciali Dj set nel Giardino di Triennale durante l’orario dell’aperitivo. Protagonista di questo appuntamento è Paula Ferri Carazo, aka dreaminthegarden, cresciuta tra Madrid e Milano, ha coltivato sin da piccola una forte passione per la musica elettronica e le percussioni.
Assidua frequentatrice della scena underground milanese e londinese, ha orientato il suo gusto verso sonorità disco, house, downtempo e broken beat.
Negli ultimi anni si avvicina alla produzione ambient attraverso lo studio comparativo delle diverse scene europee. Lavora come sound designer e sound recordist per progetti legati alle arti visive, al design e alla moda.

27 maggio

18.30 – 19.15 – 20.00 Performance | domani di Romeo Castellucci
Performance a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Durata: 30′
Una nuova produzione di Romeo Castellucci, uno dei più importanti artisti contemporanei, che per il quadriennio 2021 – 2024 è Grand Invité di Triennale. Nell’ambito di questa collaborazione pluriennale, Castellucci è stato invitato a ideare e produrre due nuovi progetti per la 23ª Esposizione Internazionale Unknown Unknowns. An Introduction to Mysteries. Romeo Castellucci presenta in prima assoluta domani, un’azione performativa concettuale che trova il suo fulcro nell’elemento umano, nel corpo. Intervento quasi minimale, domani si rivela al pubblico come un’azione reiterata, un moto instancabile ed essenziale in cui la componente umana rappresentata dalla performer in scena viene affiancata e completata da un secondo significante: la musica. Un rapporto paritario che trasforma in una figura a sé stante, l’opera sonora del visionario sound artist e compositore statunitense Scott Gibbons, che conferma nuovamente la collaborazione pluridecennale con Castellucci.

28 maggio

15.30 Laboratorio per bambini | Un oggetto, brutto
Laboratorio a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Indicato per bambini dai 6 ai 10 anni
Durata: 90’
Prenotazioni: visiteguidate@triennale.org

Il Museo del Design Italiano è pieno di oggetti speciali, molti di questi colpiscono per i loro colori sgargianti e per le loro forme inusuali. Sono tutti belli? Esistono oggetti belli per tutti? O brutti? Qualcuno ha mai progettato un oggetto brutto? Dopo un confronto di gruppo, a partire dagli oggetti esposti, i bambini proveranno a progettare un nuovo oggetto, brutto. Forse non è detto che bello e brutto siano proprio contrari.

17.45 – 18.30 – 19.15 – 20.00 Performance | domani di Romeo Castellucci
Performance a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Durata: 30′

19.30 Opening | Le Cannibale in Triennale
Concerto a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Triennale e Le Cannibale presentano nel Giardino di Triennale una serie di cinque appuntamenti di musica elettronica (tra maggio e settembre). Gli eventi sono inoltre arricchiti da Godly Entropy, una serie di interventi di intelligenza artificiale su materiale visivo a cura del duo Umut_Alberto. Il primo appuntamento è un grande party open-air d’inaugurazione con il tedesco Prosumer, artista che mescola sonorità house e influenze derivate da Detroit, noto per la sua residency al Berghain e le sue pubblicazioni discografiche al fianco di Tama Sumo e Murat Tepeli, nonché per i remix per Mount Kimbie e dj T. In apertura Protopapa.

29 maggio

15.30 Laboratorio per bambini | Il paesaggio come esperienza
Laboratorio a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Indicato per bambini dai 6 ai 10 anni
Durata: 90’
Prenotazioni: visiteguidate@triennale.org

Con questo laboratorio creativo, i bambini potranno esplorare l’importanza della relazione con l’ambiente, sia rurale che urbano, traendo ispirazione dalle fotografie e dai film del fotografo e cineasta francese Raymond Depardon. Dopo una visita della mostra La vita moderna, che permetterà di scoprire molteplici luoghi attraverso lo sguardo umanista di Depardon, i bambini sono invitati a creare il loro proprio paesaggio e a raccontarne la storia. Un’attività che stimolerà la creatività, la conoscenza del mondo e la condivisione di esperienze tra i partecipanti.

17.45 – 18.30 – 19.15 – 20.00 Performance | domani di Romeo Castellucci
Performance a pagamento, per maggiori informazioni: triennale.org
Durata: 30′

Tutti gli appuntamenti (salvo diversamente specificato) sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.