Sala: la mafia si ciba di disgrazie, s’è arricchita con la pandemia.

0
214
Commomorazione per le vittime del covid in piazza Scala coin il sindaco Beppe Sala - Milano 18 Marzo 2021 Ansa/Matteo Corner
Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%

“Si è parlato molto poco della criminalità organizzata e del fenomeno mafioso nel corso della pandemia, ma la realtà oggettiva nel nostro Paese è che non ha arretrato nemmeno nella pandemia. I dati dicono il contrario: i primi sei mesi del 2020 si sono registrati il doppio dei reati con l’aggravante del metodo mafioso rispetto all’anno precedente. La pandemia ha avuto un effetto grave sul piano occupazionale e delle imprese. La mafia si ciba delle disgrazie, anche a Milano: chissà quanta gente avrà bisogno di liquidità per fare il proprio legittimo santo lavoro, da qui la responsabilità di noi istituzioni. Dobbiamo fare in modo di arrivare prima che qualche mafioso presti soldi. Dobbiamo arrivare prima noi”.

Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala questa mattina in piazza Scala in occasione della celebrazione per la XXVI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

“I fondi arriveranno a Milano, penso che ne arriveranno di significativi grazie al Recovery Plan. Dobbiamo stare attenti a indirizzarli verso imprese sane. Bisogna evitare che le mafie mettano mani su questi fondi”. Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala questa mattina in piazza Scala in occasione della celebrazione per la XXVI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. “La battaglia contro la mafia è una battaglia che non si vince da soli, dobbiamo rinnovare i nostri no ai ricatti, all’indifferenza: lo dobbiamo agli uomini che in passato hanno dato la vita”, ha concluso Sala.(MiaNews)

 

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here